Benessere e Salute | lunedì 24 aprile 2017 13:17

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Benessere e Salute | venerdì 02 dicembre 2016, 12:00

Corso di formazione organizzato dalla S.C. di Psicologia “Adolescenza: tra fattori di rischio, cambiamento e crescita”

Il prossimo 7 dicembre presso l’Aula Magna del Sant’Andrea, si svolgerà un corso di formazione rivolto a medici, psicologi, assistenti sociali, infermieri, educatori professionali, logopedisti e neuropsicomotricisti dal titolo “Adolescenza: tra fattori di rischio, cambiamento e crescita”. L’evento, patrocinato dall’Ordine degli Psicologi del Piemonte, vuole porsi come un importante momento di confronto tra professionisti che operano in diversi settori non solo del nostro territorio aziendale.

            <<Stiamo portando avanti molte attività dedicate alla prevenzione e alla cura della sofferenza – spiega il Manager dell’ASL Chiara Serpieri – e tra queste molte sono le iniziative rivolte ai giovani e ai ragazzi adolescenti grazie ad una proficua sinergia con gli enti del territorio ed in particolare con gli Istituti Scolastici>>.

I livelli di intervento si snodano su diversi fronti. In contesto scolastico il Servizio di Psicologia dell'ASL propone un'attività di sportello psicologico in collaborazione con i docenti referenti dell'Istituto scolastico tesa a dare un primo ascolto al disagio degli adolescenti.

<<Nel contesto scolastico- riferisce la D.ssa Scaccioni, referente per l'Adolescenza della Struttura di Psicologia- il nostro Servizio si preoccupa di intercettare precocemente forme di sofferenza mentale e relazionale allo scopo di individuare percorsi di supporto alla crescita dei ragazzi.Quando le preoccupazioni sono più forti, il ragazzo maggiorenne o la famiglia, se l'adolescente è minorenne - prosegue Scaccioni - possono rivolgersi direttamente all'ambulatorio dedicato a questa fascia d'età, chiamando lo 0161/593676 il lunedì dalle 9.00 alle 11.00 per Vercelli, 0163/ 466229 e 0163/ 426207, il martedì dalle 14.00 alle 16.00 per Borgosesia per trovare un ascolto e concordare un percorso di colloqui sia per i ragazzi sia per i genitori che sono chiamati a questo arduo compito>>.

Nel corso dell'ultimo anno sono state concordate collaborazioni anche con le figure sanitarie dell'ASL che possono intervenire a fianco degli Psicologi quando la situazione lo ritiene necessaria, quali Neuropsichiatri Infantili e Psichiatri.

<<L'attività dello psicologo – aggiunge la Responsabile della S.C. di Psicologia dell’ASL VC Patrizia Colombari - si coordina con quella svolta dal SerD negli spazi d'ascolto inseriti nell'attività CIC di ogni Istituto Superiore. Inoltre si stanno sviluppando diversi progetti anche in ambito scolastico che vedono la messa in campo di azioni dedicate a ragazzi, a genitori e ad insegnanti, per promuovere salute nell'ambito adolescenza e la collaborazione con l'Ente scuola è particolarmente preziosa>>.

Dai 13/14 anni ai 20/25, la crescita della persona si manifesta attraverso trasformazioni fisiche e interne, modi di essere e comportamenti che sottopongono l'adulto a dover prendere atto di cambiamenti molto forti non sempre facili da accettare. I ragazzi sono sottoposti a processi di adattamento per cui potrebbero non essere pronti. Inoltre talvolta si insinua un malessere che può diventare sofferenza e che necessita di interventi dello specialista.

Questi i temi che verranno affrontati nel corso del convegno del prossimo 7 dicembre. Chi fosse interessato può iscriversi collegandosi al sito ECM Piemonte.

Settore Comunicazione ASL VC

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore