Benessere e Salute | mercoledì 23 agosto 2017 17:43

Che tempo fa

Cerca nel web

Benessere e Salute | venerdì 16 giugno 2017, 10:15

Gattinara: Partite le prime visite agli ospedali del territorio

«Come comunicato anche alla Direzione Generale ASL, - commenta il Sindaco di Gattinara, Daniele Baglione - insieme ad alcuni componenti del “Comitato di Sorveglianza e Proposta a Difesa della Sanità Valsesiana e Vercellese”, tra cui Pino Rizzi, Sindaco di Lenta, oggi abbiamo effettuato una prima visita all’Ospedale della Valsesia, per verificarne direttamente le condizioni e per parlare delle diverse problematiche emerse direttamente con gli interessati.

Abbiamo incontrato diverse persone – continua Baglione- e abbiamo trovato, come già sapevamo un ospedale nuovo, pulito, tecnologicamente avanzato con personale preparato e pronto a svolgere il proprio dovere al meglio.

L’esigenza da tutti sottolineata è l’incremento del personale e la tutela di tutti i servizi d’eccellenza che, ancora oggi, l’ospedale valsesiano riesce ad erogare nonostante tutto.

È emerso però molto smarrimento e sfiducia per ciò che, nella realtà dei fatti e non a parole, si sta facendo per un Ospedale che rappresenta il fulcro sanitario di un intero territorio, montano e turistico al tempo stesso.

Da più parti ci è stato chiesto di pretendere, nelle sedi opportune, la salvaguardia dei servizi sanitari e anche di porre l’attenzione sulle piccole cose che, in ogni caso, fanno la differenza (pensiamo al punto giallo ancora guasto, ad esempio).

In attesa di ricevere risposte concrete, alle 8 domande che abbiamo formulato alla Direzione generale, continueremo nelle prossime settimane le nostre visite conoscitive, in particolare visitando l’Ospedale di Vercelli e i Presidi sanitari in tutto il territorio valsesiano e vercellese.

Speriamo che Chi governa la nostra Sanità anziché promettere potenziamenti generici, si accorga che le strutture più grandi e moderne dove si favoleggia una sanità perfetta e dove vorrebbero mandarci tutti, a volte sono meno perfette di ciò che sembra, pensiamo alle Molinette di Torino per esempio, dove si trovano gli scarafaggi.

Nelle nostre realtà ciò non accade perché c’è il controllo e l’orgoglio da parte di chi ci lavora dentro, è nostro compito salvaguardarle e incentivarle.

In attesa di risposte alle nostre 8 domande, nelle prossime settimane proseguiremo le visite partendo dall’Ospedale di Vercelli e poi visitando i Presidi Sanitari sparsi sul nostro territorio che va tutelato e non abbandonato!!».

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore