CRONACA | martedì 21 novembre 2017 05:39

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | martedì 17 ottobre 2017, 14:50

Addio Manuela, giornalista che amava il suo territorio

E' morta, nella sua casa di Lozzolo, Manuela Castelletta. Aveva 56 anni e da tempo combatteva contro una grave malattia che la costringeva a cure faticose e debilitanti. Lascia la mamma Elena, i figli Filippo e Carlo, la sorella Beatrice e il fratello Vittorio. Questa sera, nella chiesa parrocchiale di Lozzolo il Santo Rosario. I funerali domani, mercoledì, ore 15, partendo dall'abitazione di Manuela.

Era sempre indaffarata, sempre generosa, un po' pasticciona perché voleva strafare. Come giornalista aveva grinta e tanta voglia di fare. Ed era orgogliosa di essere una giornalista. Pronta a lavorare anche di notte, se serviva.

E poi amava le sue terre: Lozzolo, Roasio, Gattinara, Rovasenda.

Non aveva un carattere docile.

Un suo sfogo su facebook (23 marzo 2016): “Segui una comunità per anni pubblicando iniziative, cronache, resoconti, foto e MAI un miserabile 'grazie'. Ma se devono rompere... diventi la prima telefonata del mattino, quando hai ancora il caffè in mezzo ai denti!”.

Un giornalista che fa il corrispondente locale si deve occupare di tutto, e Manuela era sempre presente: fagiolate, mostre, scolaresche, consigli comunali, incidenti, raduno dell'Anpi...

E negli eventi luttuosi cercava di mascherare la sua grande sensibilità. Infatti su facebook nel 2014 scrisse: Lo dico sempre, quando devo fare cronaca: Dio fa che non sia su persone che conosco! Ma il mondo è così piccolo.

Oggi, purtroppo, dobbiamo scrivere di te, cara Manuela. Chi ti ha conosciuto, ti ha voluto bene anche perché tu ricambiavi con un affetto avvolgente, caldo, vero soprattutto. Riposa in pace (f. e r.)

Dal nostro corrispondente di Vercelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore