ATTUALITÀ | giovedì 24 maggio 2018 10:17

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | lunedì 02 aprile 2018, 12:42

Baglione: "Comunità e Dignità: Due facce della stessa medaglia"

Riceviamo e pubblichiamo:

"Secondo la definizione del dizionario Treccani, il termine Comunità sta ad indicare un insieme di persone unite tra di loro da rapporti sociali, linguistici e morali, vincoli organizzativi, interessi e consuetudini comuni.

Ma al di là della definizione, quando una Comunità che vive in una Città può concretamente dirsi tale? Evidentemente quando i suoi componenti, i cittadini, sono disposti ad aiutarsi l’un l’altro per far si che la propria Comunità, quella in cui vivono, possa progredire giorno per giorno.

Con orgoglio posso a gran voce dire che la mia Comunità, la Comunità di noi Gattinaresi che ho l’onore di amministrare da ormai più di sei anni è forte, unita e, soprattutto, solidale.

Anche a Gattinara infatti,  come del resto in tutta Italia, la crisi economica ha colpito duramente, specialmente negli scorsi anni. Molte sono state e sono tuttora le famiglie che, improvvisamente, si sono trovate in difficoltà a causa della perdita del posto di lavoro di alcuni componenti.

Da Sindaco ho l’opportunità di parlare con moltissime persone che, giornalmente, vengono nel mio ufficio per espormi problemi, preoccupazioni e speranze. Ho incontrato genitori disperati perché avendo perso il posto di lavoro non sapevano come pagare le bollette o i libri scolastici ai propri figli, nonni in difficoltà perché la loro pensione doveva sostenere non solo loro ma anche la sussistenza dei nipoti. Tante persone a cui da un giorno all’altro è cambiata la vita, non potendo più affrontare spese che sembravano normali e sostenibili fino a poco tempo prima come un mutuo per la casa, ad esempio.

Come dare risposte a così tante e variegate problematiche?

Non esiste, ahimè, una soluzione univoca. Però, fin da subito, è emerso che la cosa più importante da fare era quella di sostenere le persone in difficoltà evitando in assoluto che perdessero ciò che di più importante abbiamo: la dignità.

Come fare? Facendo appello allo spirito unitario che contraddistingue la nostra Comunità: dal nulla abbiamo inventato due Progetti Sociali importantissimi: “TI PRENDO PER MANO” e “BUON SAMARITANO chiedendo a tutti, privati, singoli e associazioni di aiutarci ad aiutare.

Cos’è accaduto?

Da ormai due anni “TI PRENDO PER MANO” contribuisce al sostegno delle persone in difficoltà della nostra Comunità e, solo nel corso del 2017,abbiamo dato un aiuto concreto a circa 40 persone per un importo impiegato che sfiora i 40.000 Euro.

Il Progetto nato per restituire Dignità alle persone più in difficoltà della nostra Comunità è un modello di innovazione sociale che coinvolge tutta la nostra Comunità. Attraverso le donazioni, per lo più anonime, dei privati cittadini e delle fondazioni bancarieabbiamo creato un fondo per erogare ai più bisognosi un contributo in cambio di volontariato attivo a favore della Comunità stessa.

Il nome “Ti prendo per mano” è simbolico perché rappresenta la nostra Comunità unita che tende la mano verso chi ha più bisogno in segno di amicizia e lo accompagna in un percorso di aiuto non assistenziale ma attivo. In questi anni abbiamo visto numerose persone partecipare al Progetto rendendosi utili in diverse attività e poi, trovata una occupazione stabile, donare a loro volta una piccola somma a favore dei meno fortunati.

Con “BUON SAMARITANO” invece, abbiamo risposto ad un’esigenza fondamentale che, incredibilmente, non per tutti è garantita: la sussistenza alimentare. Grazie alle tante associazioni di volontariato che collaborano con il Comune riusciamo a recuperare i pasti non consumati nelle mense scolastiche e distribuirli ogni giorno a oltre 30 nuclei famigliari, garantendo a tutti così la possibilità di avere un pasto caldo.

Come detto purtroppo però sono ancora tante le persone che si rivolgono al Comune per avere un aiuto concreto e il progetto “Ti prendo per mano” insieme al “Buon Samaritano” sono la risposta più efficace e diretta alle loro tante esigenze, per questo chiediamo a tutti coloro che si sentono di aiutarci a garantire anche per il 2018 un sostegno alle persone in difficoltà pronte, a loro volta, ad aiutare la nostra Comunità con l’impegno civico.

Non importa quanto si dona, ognuno da ciò che può, non ci sono limiti né minimi né massimi, ciò che importa è il gesto.

La nostra Comunità è generosa, forte e unita, dimostriamolo sempre di più: Uniti si Vince".

Daniele Baglione - Sindaco di Gattinara

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore