COSTUME E SOCIETÀ | mercoledì 17 ottobre 2018 23:11

Che tempo fa

Cerca nel web

COSTUME E SOCIETÀ | lunedì 07 maggio 2018, 11:44

Borgosesia: La storia di “Giuseppe”, per capire la diversità e l’importanza di chiedere aiuto

Borgosesia: La storia di “Giuseppe”, per capire la diversità e l’importanza di chiedere aiuto

Diversità, ma anche disagio, adolescenza e rispetto per il prossimo. Tanti, e molti più di questi, gli spunti offerti dall’incontro che si è svolto all’Istituto Lancia venerdì 20 aprile, prima nel plesso dell’Ipsia Magni e poi all’Itis Lirelli. A condurlo un padre che ha presentato il suo romanzo dal titolo “Giuseppe”.

Il titolo viene dal nome del figlio e narra di una notte di 4 anni fa, quando a Milano, esattamente a Lambrate il giovane, da poco 21enne, apre la finestra della sua camera all’8o piano di un condominio, e si lancia nel vuoto. Nella lettera che lascia ai genitori spiega il suo gesto dicendo che è dilaniato da dubbi sulla sua identità sessuale e che trova il mondo in cui vive inadatto a lui.

Il padre decide di raccontare la vicenda per dare un riconoscimento, seppure postumo, al figlio, ma soprattutto, come nel caso delle presentazioni nelle scuole, per stimolare ragazzi di poco più giovani di Giuseppe ad affrontare quegli stati di profondo malessere che spesso caratterizzano l’adolescenza non con una maggior chiusura in se stessi ma chiedendo aiuto, condividendo al fine di trovare vie d’uscita diverse da quell’estrema scelta da cui non c’è ritorno.

Una platea molto attenta ha seguito l’intervento, ponendo domande e chiedendo chiarimenti. La riflessione è poi proseguita in classe con gli insegnanti.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore