ATTUALITÀ | domenica 19 agosto 2018 05:54

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | martedì 15 maggio 2018, 12:10

Rally Città di Varallo e Borgosesia: Amministrazioni contrariate e deluse dall'annullamento

Foto di repertorio

Sabato 12 e domenica 13 maggio doveva svolgersi l’undicesima edizione del rally Città di Varallo e Borgosesia ma a causa di problemi dell’Organizzatore così non è stato. Le Amministrazioni Comunali di Borgosesia e Varallo avevano da tempo rilasciato il nullaosta allo svolgimento della gara ed avevano già organizzato la parte operativa per le due giornate che avrebbero visto le vetture da rally  in Valsesia. 

Come sempre massima disponibilità nei confronti dell’Organizzazione della PSA per tutta la parte logistica, che quest’anno vedeva Borgosesia protagonista con Partenza, arrivo, riordino notturno e le due prove speciali di Rozzo e Foresto, mentre Varallo sarebbe stata affollata con il parco Assistenza e i riordini di domenica. Come sottolineato durante la conferenza stampa di presentazione dai Sindaci Paolo Tiramani e da Eraldo Botta, il rally è fortemente voluto in quanto porta in Valsesia un indotto economico di altissimo livello, sia per il settore della ristorazione ed alberghiero ma anche per il commercio in genere, in quanto porta nelle nostre città migliaia di persone tra concorrenti, addetti ed appassionati.

Tanto rammarico per tutte le Amministrazioni e per Paolo Urban, Assessore allo Sport di Borgosesia: “Entrambe i Comuni hanno dato il solito grande sostegno ad una manifestazione che era già programmata dalla fine dell’anno scorso ed una volta appresa la data del 12-13 maggio si sono messi subito a disposizione della PSA, società organizzatrice dell’evento, per tutto quanto riguardava lo svolgimento del rally. Dispiace tantissimo perchè la Valsesia ha perso una grande occasione: alberghi e Bed and Breakfast con il tutto esaurito, ristoranti, bar e tutte le attività commerciali pronti a ricevere migliaia di persone. Ci tengo a sottolineare che sia il Comune di Borgosesia che il Comune di Varallo nulla c’entrano con questo triste epilogo, ma anzi hanno lavorato fianco a fianco dei vari enti istituzionali fino a venerdì mattina durante l’incontro tenutosi in Prefettura, ma per varie cause tecnico-amministrative tra gli enti preposti e la PSA, il rally non poteva svolgersi, ed entrambi i Comuni hanno potuto solo prendere atto della situazione anche se per tutti noi è stata una doccia fredda”.

Queste parole dell’Assessore testimoniano il grande rammarico dei Comuni per la grande occasione persa, ma come ben sottolineato, entrambe le Amministrazioni sono state danneggiate tanto quanto i concorrenti, i team e le Scuderie che a causa di fattori esterni hanno dovuto rinunciare ad un grande evento che ormai da undici anni vede la Valsesia protagonista dell’automobilismo.  

c. s. g. c.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore