Piode-Pila-Rassa | lunedì 18 giugno 2018 07:12

Che tempo fa

Cerca nel web

Piode-Pila-Rassa | lunedì 21 maggio 2018, 11:52

Chef Awards 2018: c’è anche l’Hostaria di Bricai

“Vince Giorgio De Fabiani, ma il premio di quest’anno, nel nostro cuore, è per il nostro Gianluca Camaschella”

Per il secondo anno, la cucina dell’Hostaria di Bricai di Rassa è premiata con gli ‘Chef Awards’, consegnati quest’anno nella prestigiosa cornice del Forte Village di Pula, in Sardegna. Si tratta di un contest importante, il primo evento food dedicato alla premiazione dei talenti culinari nazionali basato su un nuovo concetto di votazionela voce del web. 

“Un premio importante, che nel nostro cuore, vince Gianluca Camaschella, nostro insostituibile braccio destro che da poco è tragicamente scomparso. Per me quest’anno il premio è suo, non mio”dice, con commozione, lo chef Giorgio De Fabiani che insieme alla moglie Chiara conduce l’apprezzato locale valsesiano.

“La vittoria del premio segue alla conferma nella Guida Espresso 2018 e anticipa un calendario estivo denso di impegni, iniziati con la partecipazione all’evento dedicato a toma e birra a Quarona e che si concluderà con l’Alpàa di Varallo, passando attraverso altri importanti contest dedicati alla cucina valsesiana. Noi ci siamo, per portare una cucina che, è simbolo di un territorio che sa evolvere riscoprendo e valorizzando le proprie radici e tradizioni”.

“Quest’anno Chef Awards ha peraltro ampliato i propri criteri di selezione mettendo a confronto oltre 206.000 ristoranti online e più di 18 milioni di recensioni. Ciò ci gratifica ancor di più”. Il focus su cui si basa il concorso è, infatti, la raccolta, sviluppo ed analisi di recensioni online, una nuova visione di studio della ristorazione. Chef Awards utilizza tecnologie di Big Data in maniera utile ed efficiente, generando conoscenza tramite strumenti innovativi e know–how proprietari.  L’obiettivo del progetto è dare importanza ai ristoranti italiani, alla loro cucina, alla loro storia e cultura, basandosi sul parere delle persone che hanno avuto modo di conoscerla e testarla di persona.   

Nel prendere le redini dell’Hostaria di Bricai, otto anni fa (era il 2010), Giorgio De Fabiani ha vissuto un vero e proprio cambio-vita, che lo ha portato dalla metropoli milanese fino a Rassa, paese d’origine della sua famiglia e noto alla storia per essere stato l’ultimo ridotto di resistenza di frà Dolcino, eretico ribelle in età medievale.

Ed è proprio a Rassa che lo chef De Fabiani, con la moglie Chiara e la piccola Giulia, ha dato vita alla sua attività, oggi molto apprezzata sia dal pubblico che dal mondo della critica gastronomica.

Il suo stile di cucina unisce creatività e tradizione, sposando l’ingrediente valsesiano a quanto di buono c’è… ‘oltre-confine’: la ricerca degli ingredienti è quini minuziosa, come la perfezione della tecnica di cottura.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore