CRONACA | mercoledì 26 settembre 2018 05:12

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | mercoledì 25 luglio 2018, 10:29

Rimborsopoli, il sindaco di Borgosesia condannato a un anno e cinque mesi

Condanna a un anno e cinque mesi per lo scandalo in Regione Piemonte, denominato “Rimborsopoli”, per il sindaco di Borgosesia Paolo Tiramani, neo deputato per la Valsesia della Lega di Salvini. La sentenza di condanna è di ieri mattina, 24 luglio, e riguarda altri 25 ex esponenti politici colpiti dallo scandalo delle spese fuori controllo rispetto al bilancio a disposizione dei vari gruppi consiliari.

Tra gli imputati anche l’ex governatore regionale Roberto Cota (Lega Nord), condannato a un anno e sette mesi, che in primo grado era stato assolto per le spese “pazze” sostenute durante il suo mandato politico. Nella bufera anche l’ex consigliere di Forza Italia Lorenzo Leardi. Anche l'esponente politico biellese, per due mandati a Torino, a Palazzo Lascaris, era stato assolto in primo grado nel 2016. A sostenere l’accusa ai diversi politici regionali, il sostituto procuratore generale di Torino Giancarlo Avenati Bassi.

La vicenda comunque non è chiusa. Nei giorni scorsi la Procura della Repubblica di Torino ha emesso cinquanta inviti a comparire ad altrettanti consiglieri regionali, sempre per diverse spese di rappresentanza (cene, incontri, convegni) che sarebbero state effettuate in un momento successivo rispetto alle condanne di ieri. Il periodo sarebbe quello tra gli anni 2008 e 2010. In questo filone giudiziario è stato chiamato in causa anche il consigliere regionale (centro-sinistra) Wilmer Ronzani, che si è sempre dichiarato estraneo ad ogni responsabilità.

Paolo La Bua

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore