Benessere e Salute | domenica 19 agosto 2018 05:52

Che tempo fa

Cerca nel web

Benessere e Salute | lunedì 06 agosto 2018, 09:44

Punto nascite: l'Asl darà il servizio in appalto

Niente di fatto tra Asl e sindaci per le questioni relative alla sanità valsesiana. Dopo l’incontro tecnico di venerdì con alcuni operatori del settore e dopo un confronto con i sindaci del territorio, l’Asl di Vercelli, per garantire continuità assistenziale all’interno del punto nascita di Borgosesia, ha comunicato l'intenzione di procederà nei prossimi giorni su due strade: da un lato indizione di una procedura aperta per una gara europea per la gestione dell’intero servizio in modo esternalizzato.

"Dall’altro - si legge in una nota - in attesa dei tempi richiesti da questa modalità di gara, per assicurare la ripresa celere delle attività, si procederà in parallelo con un contratto ponte in modo tale da assicurare l’estensione dei servizi che erano presenti fino al 31 luglio e consentire prima possibile la riapertura del punto nascita e del pronto soccorso ostetrico - ginecologico e pediatrico".

Allo stato attuale, dunque, non ci sono prospettive particolari per garantire la continuità del servizio, sospeso dalla fine del mese.

Rinviata anche la decisione relativa al prolungamento del servizio di guardia medica turistica a Scopello. Intanto, in una nota stampa, i sindaci della Valsesia che si sono impegnati per contrastare le decisioni dell'Asl, confermano la decisione di continuare a impegnarsi per garantire i servizi e assicurano l'appoggio alla loro battaglia anche da parte del presidente della Provincia di Vercelli.

Dal nostro corrispondente di Vercelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore