EVENTI | giovedì 15 novembre 2018 06:52

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | giovedì 04 ottobre 2018, 18:04

Cent'anni dopo: La Valsesia e i Valsesiani durante la Grande Guerra

Cent'anni dopo: La Valsesia e i Valsesiani durante la Grande Guerra

Sabato 20 ottobre 2018, nelle sale di Palazzo D’Adda, sarà inaugurata la mostra “Cent’anni dopo. La Valsesia e i Valsesiani durante la Grande Guerra.” L’esposizione, che rimarrà aperta al pubblico fino al 2 dicembre, fa parte delle attvità dedicate al centenario della prima guerra mondiale, che hanno permesso di rinnovare le chiavi di lettura e interpretazione sull’evento che ha dominato il primo Novecento e lasciato un’eredità storico-politica che ha condotto alla seconda guerra mondiale.

La mostra, cui sta lavorando un’équipe di studiosi, operatori culturali e tecnici valsesiani coordinata dall’Ufficio Cultura del Comune di Varallo, parte dalle grandi manovre del 1907, una simulazione bellica che coinvolse il territorio valsesiano tra la fine di agosto e i primi di settembre, e propone un percorso di ricostruzione di luoghi e simboli del periodo, privilegiando la prospettiva del fronte interno, cioè della società civile la cui quotidianità fu sconvolta con profonde ripercussioni affettive e materiali.

Si parte dalla posta, simbolo della comunicazione tra le famiglie e i soldati, per passare all’osteria, già luogo di svago che nel pieno del conflitto diventa, per i diradati avventori, luogo di circolazione di notizie vere e false; si prosegue con l’ospedale militare, ambiente che allude alla dimensione cruenta della guerra e che richiama il ruolo di sussidiarietà dell’Ospedale Militare di Novara che ebbe il Santissima Trinità di Varallo. Il percorso continua con la ricostruzione di ambienti sacri dove è ancora possibile trovare gli ex voto di chi scampò alla guerra, di un’aula scolastica d’epoca, dove si mescolavano educazione e propaganda patriotica, di un ambiente dedicato alle donne del tempo, che caricarono sulle proprie spalle compiti e responsabilità tradizionalmente demandate ai maschi ed ebbero un ruolo fondamentale nell’assistenza alle famiglie e ai soldati al fronte.

Uno spazio importante e suggestivo è dedicato ai personaggi valsesiani la cui storia appare particolarmente significativa, non solo per le vicende belliche, ma anche per le lezioni umane che se ne possono trarre, proposte attraverso un video in cui alcuni attori impersonano suggestivamente protagonisti e testimoni. Le sezioni conclusive della mostra sono dedicate al tema della partenza per il fronte sulla tradotta e all’esperienza bellica nella trincea.

Correderanno gli spazi espositivi materiali d’epoca: oggetti, divise, armi, cartoline, giornali, fotografie, raccolte attraverso la generosa disponibilità di collezionisti o attingendo alle risorse archivistiche e patrimoniali locali. Seguirà il programma dettagliato della mostra e degli eventi collaterali che saranno organizzati per tutto il periodo di apertura.

Per maggiori informazioni:
direzione@storia900bivc.it
cultura@comune.varallo.vc.it

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore