Valsessera | lunedì 17 giugno 2019 05:30

Che tempo fa

Cerca nel web

Valsessera | 28 dicembre 2018, 12:11

Dopo la frana, nuova strada da Trivero a Portula: Provincia investe 500mila euro

L'annuncio nella conferenza stampa convocata ieri a Trivero. Il presidente della Provincia Gianluca Foglia Barbisin: "I Comuni hanno già un progetto preliminare e come amministrazione abbiamo deciso di mettere a disposizione le risorse per progettazione definitiva ed esecuzione dei lavori"

Dopo la frana, nuova strada da Trivero a Portula: Provincia investe 500mila euro

Una strada lunga un chilometro e 350 metri collegherà nuovamente frazione Pratrivero di Trivero a Portula. Nel 2014 infatti una frana si portò via cento metri di strada. La Provincia di Biella ha annunciato ieri in conferenza stampa a Trivero di aver messo a bilancio 500mila euro per l'opera.

"I Comuni hanno già un progetto preliminare - ha spiegato il presidente Gianluca Foglia Barbisin - e come amministrazione abbiamo deciso di mettere a disposizione le risorse per progettazione definitiva ed esecuzione dei lavori". Obiettivo ridare un collegamento entro il 2020. Il vice presidente della Provincia Emanuele Ramella Pralungo ha ricordato poi che "nel 2019 tutte le frane sulle strade provinciali legate all'evento alluvionale del 2014 saranno chiuse".

Si è deciso di intervenire subito sul collegamento Portula-Pratrivero in quanto è l'unica strada interrotta, mentre negli altri casi è in vigore un senso unico alternato. Per quanto riguarda il progetto si punta a un percorso alternativo, niente viadotto che avrebbe voluto dire un investimento di un milione di euro. La strada sarà più lunga, ma meno costosa.

E i sindaci ringraziano. "Collaborando e lavorando in sinergia si trovano le soluzioni giuste", ha sottolineato Mario Carli, primo cittadino di Trivero. "E' un collegamento per noi essenziale, per le nostre scuole e per il nostro commercio", ha invece commentato il collega di Portula Fabrizio Calcia Ros. 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore