CRONACA | giovedì 18 aprile 2019 22:25

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | 05 febbraio 2019, 09:41

Per Simona, candele e silenzio

Per Simona, candele e silenzio

Un lungo serpentone silenzioso ha sfilato in centro a Vercelli in segno di solidarietà con Simona Rocca, la donna brutalmente aggredita, nella mattina di lunedì, dall'ex compagno che, dando fuoco all'auto in cui lei si era rifugiata, le ha causato ustioni molto gravi sul 45% del corpo.

Sono stati centinaia – forse 400 – i vercellesi che hanno raccolto l'invito lanciato da Andrea Barone, Alessandra Mantione, Andrea Cherchi e Alberto Zella gestori del gruppo Facebook “Sei di Vercelli se...” e, dopo essersi ritrovati in corso Libertà, hanno dato vita a una fiaccolata che si è conclusa in piazza Cavour.

Tra loro, oltre ai familiari della donna, anche il sindaco Maura Forte, il collega di Borgovercelli, Mario Demagistri (il suo comune, dove Simona Rocca aveva vissuto, fu teatro di un'altra sanguinosa aggressione ai danni di una donna, Fiorilena Ronco) e il presidente della Provincia, Carlo Riva Vercellotti, Lella Bassignana, consigliera di Parità della Provincia, l’arcivescovo di Vercelli, Marco Arnolfo.

Sconcerto, amarezza per l'ennesimo atto di violenza ai danni di una donna e soprattutto, la voglia di far sentire l'affetto della città a chi sta attraversando un momento tanto drammatico.

Dal nostro corrispondente di Vercelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore