ATTUALITÀ | giovedì 18 aprile 2019 23:15

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | 13 febbraio 2019, 13:13

A Pray parte il taglio di piante malate e pericolose, sindaco: “Dobbiamo curare una delle aree verdi più belle del Biellese orientale”

A Pray parte il taglio di piante malate e pericolose, sindaco: “Dobbiamo curare una delle aree verdi più belle del Biellese orientale”

Negli ultimi mesi il comune di Pray ha eliminato diverse piante in varie zone del paese. Presto verranno sostituite da specie autoctone provenienti dal vivaio della Regione Piemonte di Albano Vercellese.

Già nell’autunno scorso il comune, dopo il consulto con esperti, ha iniziato ad eliminare le piante malate e con radicamento superficiale, quindi facilmente soggette a rottura. L’attività di disboscamento ha interessato tutto il paese montano: la zona industriale di via Carducci, via Mario Franchini dove si trovano le case popolari, l’area verde e il Parco Bau. La pulizia è arrivata fino a frazione Flecchia, lungo via Don Ernestino Galli. La sicurezza degli abitanti del paese era di prima necessità.

“Il radicamento soprattutto a fondovalle era scarso, e da ex funzionario dei Vigili del Fuoco - assicura il sindaco Passuello – ho ritenuto necessario eliminare il problema alla radice”. Tre anni addietro infatti alcune piante resinose nella zona delle scuole si erano spaccate letteralmente in due. Un rischio non di poco conto per gli alunni di Pray. “Negli anni passati scelte sbagliate hanno portato piantagioni resinose straniere nelle nostre strade e parchi. Tante erano malate e non potevamo aspettare oltre.  – precisa il sindaco -  La nostra area verde è una tra le più belle e visitate del Biellese orientale, dobbiamo curarla”.

Nei prossimi mesi nuove piante arriveranno e sostituiranno quelle eliminate. “Ci saranno faggi, castagni, cardi. Tutte piante autoctone come è giusto che sia”.

a. z.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore