POLITICA | lunedì 19 agosto 2019 14:39

POLITICA | 18 luglio 2019, 16:45

Vicenda Ilva, Delmastro: “Il Ministero dello Sviluppo Economico incontri i lavoratori Sanac”

L’On. Delmastro Delle Vedove presenta un’interrogazione a risposta scritta indirizzata al ministero dello Sviluppo Economico chiedendo di accettare la richiesta di incontro con i lavoratori Sanac

Vicenda Ilva, Delmastro: “Il Ministero dello Sviluppo Economico incontri i lavoratori Sanac”

Anche l’Onorevole Andrea Delmastro Delle Vedove si è interessato alla vicenda Ilva e, parlando del territorio, della conseguente crisi di Sanac a Gattinara. Delmastro ha infatti presentato in forma scritta un’interrogazione al ministero dello Sviluppo Economico chiedendo di aderire alla richiesta di un incontro con i lavoratori di Sanac. “È incredibile che il Ministero competente non abbia ancora aderito alla richiesta sia delle organizzazioni sindacali che dei sindaci dei territori ove insistono gli tabilimenti di Sanac – commenta l’On. - . È necessario, per il Ministero, comprendere le conseguenze di un eventuale fallimento del piano industriale di ArcerlorMittal o della fine delle trattative e, in ogni caso, è necessario assicurare garanzie in ordine al mantenimento della produzione e del profilo occupazionale”.

“A distanza di quattro anni e mezzo sembra sempre più fosco lo scenario del piano industriale di rilancio dell'Ilva – scrive nell’interrogazione - ; la prospettiva assume contorni ancora più inquietanti se si considerano le aziende che lavorano direttamente e quasi in monocommittenza per Ilva. Ilva deteneva ed è monocommittente di diverse aziende le cui forze sindacali, da tempo, chiedono di essere ricevute al Ministero dello Sviluppo Economico affinchè abbia contezza della vastità del problema industriale, economico e occupazionale rappresentato da Ilva.

A titolo di esempio il piano industriale di Ilva riguarda fatalmente anche Sanac, stabilimento specializzato nella produzione di refrattari industriali, legato al gruppo, con 400 dipendenti e un fatturato da 150 milioni. Ha 4 unità produttive in Italia: a Gattinara, Grogastu, Massa e Vado Ligure. La produzione di Sanac, in passato societariamente collegato a Ilva, dipende ancora oggi per il 75% da Taranto e quindi dalla nuova proprietà Arcelor Mittal Italia”.

Redazione a.z.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore