ATTUALITÀ | mercoledì 16 ottobre 2019 12:27

ATTUALITÀ | 10 agosto 2019, 19:00

Pronti per esprimere un desiderio? “San Lorenzo” e la magia delle stelle

Nella notte tra il 10 e l’11 agosto, tutti con gli occhi all’insù per vedere lo straordinario fenomeno delle Perseidi

Pronti per esprimere un desiderio? “San Lorenzo” e la magia delle stelle

Torna la notte più magica dell’estate. Stiamo parlando della notte di San Lorenzo, il 10 agosto, che, come ogni anno, pullulerà di potenziali desideri da esprimere. Se la serata sarà tersa, infatti, tutti con gli occhi all’insù per vedere le stelle cadenti. Che poi, non per deludervi, non si tratta proprio di stelle che cadono, bensì di meteore. Quelle virgole luminose appaiono nel cielo, perché in questo periodo la Terra passa attraverso lo sciame delle Perseidi, meteore appunto. Il picco di possibilità di sognare sarà nella notte tra il 10 e l’11 agosto.

Apparendo alla vista ogni anno vicino al giorno di San Lorenzo, lo sciame meteoritico è stato legato al martire dalla cultura popolare. Si narra che le stelle cadenti siano le lacrime versate da Lorenzo durante il suo supplizio, che vagano in eterno nei cieli e scendono sulla Terra nell’anniversario della sua morte, riportando speranza all’umanità.

I desideri, quindi, si avvererebbero per coloro che in questa notte si soffermano a ricordare il dolore del Santo. Nella tradizione, le stelle del 10 agosto sono chiamate anche “Fuochi di San Lorenzo”, poiché ricordano le scintille provenienti dalla graticola infuocata su cui fu bruciato vivo il diacono romano nel 258 d.C., a causa della persecuzione decisa dall’imperatore Valeriano. Tanti, al mare o in montagna, cercheranno nel cielo l’astro giusto per esprimere un desiderio. Il nostro, guardando le stelle, è quello di un mondo migliore. Per tutti.

Dal nostro corrispondente di Novara

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore