EVENTI | domenica 17 novembre 2019 22:35

EVENTI | 07 novembre 2019, 15:30

Borgosesia: 2 appuntamenti a scuola per parlare di ambiente

Borgosesia: 2 appuntamenti a scuola per parlare di ambiente

L’ITIS Lirelli di Borgosesia è una scuola green non solo per la passione di molte allieve e allievi sul tema del clima, come dimostra la partecipazione attiva alle azioni per la Terra anche in collaborazione coi diversi Friday for Futures del mondo, ma anche per una ricca attività legata alla didattica, all'informazione e all'educazione ambientale.

I primi due appuntamenti sul tema saranno a novembre e a dicembre. Il 15 novembre il Dottor Eugenio Paglino, laureato all’Università Bocconi di Milano, ora ricercatore presso la stessa università dove si occupa di studi sulle dinamiche demografiche, parlerà agli studenti delle classi prime e seconde di “Cambiamenti climatici e migrazioni”, in collaborazione col docente di geografia e scienze. E' un tema che lega due grandi processi destinati a cambiare la vita sulla terra.

Di argomenti più quotidiani, ma insieme planetari, cioè dei rifiuti, del loro riciclaggio, della loro importanza parlerà ai ragazzi del biennio e, con un progetto particolare, agli studenti del triennio del corso di Chimica, il direttore della SESO dottor Dario Panarello. Gli incontri con la SESO saranno il 10 dicembre.

Una collaborazione quella con la SESO che potrebbe concretizzarsi anche in altri incontri, vista l’importanza dei temi trattati e la disponibilità dell’Azienda alla formazione dei ragazzi. L’incontro su “Cambiamenti climatici e migrazioni” si inserisce nell’ambito della manifestazione nazionale “Libriamoci a scuola” che va dall’11 al 16 novembre. Si tratta di giornate dedicate alle letture ad alta voce; uno dei temi proposti quest’anno è “Io salverò il pianeta”. Verranno dunque lette ai ragazzi del biennio delle poesie sugli animali e sugli alberi, il pianeta infatti si salva tutti insieme.

Redazione a.z.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore