/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 28 novembre 2019, 18:00

Cirio a Valdilana: firmato l'accordo per l'invaso artificiale a Bielmonte

Il progetto, da 1,2 ml di euro, garantirà la neve ogni anno nel comprensorio sciistico dell'Oasi Zegna e inoltre sarà punto fondamentale per interventi contro incendi boschivi che ancora oggi minano i boschi biellesi e della Valsessera.

Cirio a Valdilana: firmato l'accordo per l'invaso artificiale a Bielmonte

Il presidente della Regione, Alberto Cirio, ha firmato poco fa nella sede dell'Unione Montana dei Comuni del Biellese Orientale, a Crocemosso Valdilana, l'accordo per la realizzazione di un laghetto artificiale sul Monte Cerchio, a Bielmonte. Il progetto, da 1,2 milioni di euro, garantirà la neve ogni anno nel comprensorio sciistico dell'Oasi Zegna e sarà punto fondamentale per interventi contro incendi boschivi che ancora oggi minano i boschi biellesi e della Valsessera. Presenti per l'occasione anche alcuni sindaci del territorio: Mario Carli sindaco di Valdilana, Davide Cappio sindaco di Strona, Gianfranco Bosso di Pettinengo e Gian Paolo Botto Steglia di Camandona. Inoltre presente anche il presidente della Provincia, Gianluca Foglia Barbisin.

"Importante essere qui - spiega il presidente della Regione, Alberto Cirio -, insieme ai nostri 2 assessori Elena Chiorino e Chiara Caucino, oltre al consigliere Michele Mosca. Sin dal loro insediamento non hanno avuto alcun dubbio sul far tornare a casa questi soldi e aiutare a mantenere vive le montagne biellesi. Con la firma di oggi lasciamo un tesoro a Bielmonte: la certezza della neve ogni anno per la stagione sciistica e la possibilità di aumentare la sicurezza nel territorio".

Il laghetto, da progetto, avrà un invaso di acqua piovana e derivante dal rio Artignaga con capacità di circa 10 mila metri cubi di acqua. Per la realizzazione era fondamentale l'appoggio della Regione che verserà infatti quasi l'intera cifra necessaria: 1 milione di euro. I restanti 200 mila derivanti dall'Unione Montana sono invece un'investimento di un privato che crede nel territorio.

"Un'opera attesa da molto tempo - spiega il presidente dell'Unione, Gian Matteo Passuello - che da oggi diventa reale. Una spinta importante per il turismo delle nostre montagne ma anche per la sicurezza del territorio già approvata dalla passata amministrazione regionale e oggi confermata dalla nuova Giunta".

Dopo la tanto attesa firma, la delegazione regionale ha lasciato Crocemosso per visitare il Lanificio Ermenegildo Zegna di Trivero e per poi rientrare a Biella e partecipare a un'altro importante incontro dove protagonista sarà la riconversione del vecchio ospedale cittadino.

Annachiara Ziliani

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore