/ Benessere e Salute

Benessere e Salute | 04 dicembre 2019, 17:30

Benessere e salute: Ortopedia Pozzato e la podologia

Benessere e salute: Ortopedia Pozzato e la podologia

Ortopedia Pozzato è tra le poche Ortopedie in Italia ad avere investito nello spazio per il podologo e nella strumentazione altamente innovativa: il riunito, che siamo abituati a pensare per lo studio dentistico, è presente tra le attrezzature dell'Ortopedia Pozzato in una sala dedicata, per fare la differenza nella cura di callosità importanti e rendere il trattamento più tollerabile, grazie al comfort della poltrona.

 

La figura professionale del Podologo

Il podologo è un professionista sanitario, laureato, che nella sua professione cura e previene le comuni affezioni del piede. Dopo un congruo esame obiettivo iniziale, volto ad inquadrare le problematiche del paziente e le cause delle stesse, il podologo esegue trattamenti al fine di risolvere le eventuali problematiche cutanee. I trattamenti più comuni sono le ablazioni di ipercheratosi plantari di causa meccanica (comunemente conosciute come calli), la cura delle ipercheratosi di causa virale (comunemente conosciute come verruche) e le onicopatie (problematiche a livello ungueale come onicomicosi, onicolisi, onicocriptosi, onicodistrofie, onicogrifosi). I trattamenti sono eseguiti mediante metodi incruenti, mediante l’utilizzo di lame monouso e/o ferri sterilizzati a norma di legge, che hanno funzione antalgica e permettono di prevenire ulcerazioni della cute che possono portare ad amputazioni d’arto. Il podologo, inoltre, fornisce ai pazienti informazioni e consigli sull’igiene personale dei propri piedi, sul tipo di calzatura adatta e su eventuali prodotti che possono aiutare a mantenere la cute sana.

“Il trattamento podologico è essenziale nel caso vi siano problematiche al piede che recano fastidio, specialmente nei soggetti affetti da patologie metaboliche come il diabete, patologie vascolari come l’insufficienza venosa, patologie reumatologiche come l’artrite reumatoide, neuropatie periferiche e patologie ortopediche come il piede pronato.”

Dottor Pietro Pozzati, podologo

Il podologo e la Biomeccanica podalica.

La biomeccanica è l'insieme di forze interne (muscoli) ed esterne (forza di gravità e forza di reazione al suolo) che agiscono su un determinato segmento corporeo, nel nostro caso il piede. Il podologo andrà ad analizzare queste forze durante la visita biomeccanica con strumentazioni e test clinici, osservando ad esempio l'allineamento tra il retropiede e la gamba e tra il retropiede e l'avampiede. Questi allineamenti determineranno la "postura/posizione del piede" del paziente durante la stazione eretta. Di conseguenza questa posizione andrà a determinare la quantità e la qualità di movimento del piede e dell'arto inferiore durante la deambulazione nonché, come detto in precedenza, le forze che agiscono internamente ed esternamente ad esso.

“Facciamo un esempio: potrete capire facilmente che un piede pronato (orientato maggiormente verso l'interno) avrà sicuramente uno schema di deambulazione molto diverso rispetto ad un piede supinato (maggiormente orientato verso l'esterno).

Questo tipo di atteggiamenti porta ad una deambulazione scorretta e non funzionale nella quale le strutture ossee e muscolari vengono sollecitate fino a raggiungiungere uno stress tale da causare le patologie di cui spesso sentiamo parlare (fascite plantare, metatarsalgia, alluce valgo, dita in griffe ecc ecc) Il podologo progetterà così un’ortesi plantare su misura, in modo tale da conferire al piede una posizione (e di conseguenza una deambulazione) funzionale che non vada a sovraccaricare le strutture sopra citate. Ma non solo, può applicare bendaggi, scarichi e effettuare terapie manuali per velocizzare il processo di guarigione.”

Dott Jacopo Lavezzi, podologo, specializzato in biomeccanica podalica.

A differenza di come spesso si crede, i dolori e le patologie del piede non sono causati solo dalle pressioni che si creano al di sotto di esso, quanto più dalle forze interne ed esterne che si creano a seconda della sua posizione. Il podologo collabora con medici ortopedici, chirurghi, diabetologi, dermatologi, fisioterapisti e altre figure mediche, con l’obiettivo di trovare la soluzione corretta per il paziente.

Informazione Pubblicitaria

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore