/ CRONACA

CRONACA | 25 giugno 2020, 10:46

Borgosesia, sfondano a calci la porta del bar e portano via il denaro dalla cassa

Un arresto e una denuncia. Nei guai due giovani, fermati con la refurtiva.

Borgosesia, sfondano a calci la porta del bar e portano via il denaro dalla cassa

Avevano sfondato a calci la porta di un bar del centro di Borgosesia, portandosi via il denaro contenuto nel registratore di cassa. Fermati dai carabinieri, due giovani sono finiti nei guai: uno è stato arrestato e l'altro denunciato per furto.

Ad allertare i militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Borgosesia, verso le ore 3 dell’altra notte, sono stati alcuni residenti in centro città che, sentendo rumori provenire dall’esterno delle loro abitazioni, si sono affacciati e hanno notato due persone che con fare sospetto si allontanavano velocemente a piedi da un bar del posto, a quell’ora già chiuso. La pattuglia dell’Aliquota Radiomobile ha così intercettato i due fuggiaschi, bloccandoli. Uno di questi teneva in mano una sacca, all’interno della quale erano custodite delle banconote e diverse monete, per un valore di 300 euro.

Il successivo sopralluogo nel bar ha poi permesso di rilevare che la porta di ingresso era stata forzata a calci e il titolare, chiamato dalle forze dell'ordine, ha constatato l’ammanco del fondo cassa del registratore, esattamente equivalente al denaro in possesso dei due che, a quel punto, sono stati accompagnati in caserma, dove il gestore del bar ha formalizzato la denuncia di furto, ritornando in possesso de denaro sottratto, mentre uno dei due fermati è stato dichiarato in stato di arresto perché già gravato da numerosi precedenti penali della medesima indole. L’altro, più giovane, è stato denunciato in stato di libertà per furto in concorso.

Su disposizione del pubblico ministero di turno, l’arrestato, un 21enne di Varallo, è stato trattenuto in camera di sicurezza per essere accompagnato in Tribunale nel pomeriggio di mercoledì per l’udienza di convalida dell’arresto.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore