/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 30 maggio 2019, 10:40

Grande soddisfazione per la chiusura del corso di puncetto all'IIS Lancia di Borgosesia

Per la prima edizioni si sono iscritte 11 allieve di età compresa tra i 23 e gli 86 anni. In 8 incontri hanno acquisito i rudimenti dell'antica arte del puncetto

Grande soddisfazione per la chiusura del corso di puncetto all'IIS Lancia di Borgosesia

Undici iscritte per un totale di 8 incontri in cui sono stati acquisiti i rudimenti dell’antica arte del puncetto. Un grande successo, dunque, per la prima edizione del corso organizzato dall’Istituto Lancia di Borgosesia a partire dal 21 marzo.

L'intento dell’iniziativa è stato quello di tramandare le tradizioni locali e aprire il mondo della scuola al mondo esterno, in genere due realtà distinte e separate che convivono ma non interagiscono tra loro. Non in questo caso, però, perché grazie allo slancio della docente, prof.ssa Anna Novali, diplomata all'Accademia albertina delle belle arti di Torino ma soprattutto appassionata di costumi e tradizioni locali, undici donne di età compresa tra i 23 e gli 86 anni, valsesiane ma anche provenienti da più lontano (Vercelli) si sono ritrovate in un aula scolastica creando un gruppo compatto e motivato.

Il corso era un'introduzione all'arte del puncetto valsesiano, in cui l’insegnante ha mostrato i vari utilizzi del merletto, in principio destinato alla biancheria per la casa data in dote alle spose nonché ad abbellire i costumi tradizionali della valle, dove ogni paese ha le sue caratteristiche, dal puncetto colorato di Alagna al tradizionale bianco di Rima e Carcoforo. Le allieve hanno imparato i punti base, realizzando una piccola stellina con le iniziali del loro nome.

Molto soddisfatta l’insegnante, sia per la coesione del gruppo sia per la presenza tra le sue corsiste di una sua ex insegnante: “Un’esperienza fantastica – dice Novali - Abbiamo instaurato un vero rapporto di amicizia”. Le lezioni si sono concluse giovedì 23 maggio con un piccolo rinfresco e dolci realizzati dalle allieve e la consegna di un attestato di partecipazione.

Comunicato a.z.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore