/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 14 febbraio 2020, 16:05

Pray, 400mila euro dall’imprenditore Burocco per la realizzazione di una struttura residenziale

Nei giorni scorsi la firma tra l’industriale e il sindaco Gian Matteo Passuello. Il progetto prevede la creazione di una struttura residenziale per anziani autosufficienti negli spazi attualmente occupati dalla scuola materna comunale

Pray, 400mila euro dall’imprenditore Burocco per la realizzazione di una struttura residenziale

Una donazione di 400mila euro per creare una struttura residenziale per anziani autosufficienti, per esigenze sociali e di sollievo iniziale per soggetti colpiti dal morbo di Alzheimer. Questo è quanto il comune di Pray ha ricevuto (e ufficializzato con una firma davanti al notaio) dall'imprenditore Achille Burocco. Lo spazio andrebbe ad occupare la struttura oggi utilizzata come scuola materna comunale.

"Era da tempo intenzione del signor Burocco - spiega il sindaco Gian Matteo Passuello - mettere a disposizione di Pray e della Valsessera, una struttura che consentisse l’aggregazione di persone anziane bisognose, che non se la sentono più di vivere da soli, magari in frazioni isolate e senza servizi, ma che non hanno ancora esigenze di essere supportati da una casa di riposo. La struttura potrà inoltre ospitare iniziative o progetti rivolti a persone della terza età anche solo a scopo ludico-ricreativo, al pari di un centro anziani".

Lo studio di fattibilità, già consegnato al Comune di Pray contestualmente all’atto di Donazione consentirà all’Amministrazione comunale di realizzare una moderna struttura dotata di camere individuali e doppie, ampi spazi comuni e un confortevole giardino. L’Amministrazione comunale di Pray ringrazia sentitamente a nome di tutta la cittadinanza Achille, per il concreto e importante atto di generosità, impegnandosi per l’avvio dei lavori di realizzazione nell’anno 2021.

Redazione bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore