/ POLITICA

POLITICA | 12 ottobre 2020, 18:14

Borgosesia, l'ENAIP è già riaperto: il territorio è forte

foto di repertorio

foto di repertorio

Ripresi stamattina i corsi all’Enaip di Borgosesia, i cui laboratori sono stati sommersi dall’acqua durante l’alluvione: i 94 allievi dei corsi di obbligo di istruzione sono tornati sui banchi, nelle aule allestite al piano superiore dello stabile che ospita l’Istituto. Occorrerà ancora qualche tempo per poter riavviare anche i laboratori.

«Un grande traguardo, ottenuto in tempi rapidissimi – commenta Luca Sogno, Presidente di Enaip Piemonte – da subito abbiamo lavorato per ripristinare una situazione a dir poco drammatica».

Sogno ringrazia, in una nota, l’amministrazione comunale di Borgosesia, nella persona del Sindaco Paolo Tiramani, per la collaborazione dimostrata: «Siamo intervenuti prontamente a dare una mano all’Enaip – spiega il Sindaco Paolo Tiramani – ho chiesto alla nostra società municipalizzata Seso di mettere a disposizione uomini e mezzi per sgomberare rapidamente il cortile in modo da riportare la situazione alla normalità nel più breve tempo possibile. Adesso invio un grande in bocca al lupo ai ragazzi e agli insegnanti,  e faccio i complimenti al direttore Alberto Ghibò per la determinazione con cui ha affrontato e risolto il problema della sua scuola: un vero esempio per tutti».

Tiramani ringrazia a sua volta i dipendenti del Comune e gli uomini della Seso, che si sono attivati immediatamente e senza riserve per dare una mano agli alluvionati e ai volontari, e sottolinea di aver apprezzato l’atteggiamento estremamente positivo dimostrato da tutti: «Mi ha colpito l’atteggiamento sia dei soccorritori che dei residenti, duramente colpiti dall’allagamento – aggiunge Tiramani – tutti hanno reagito in modo sicuro ed efficiente,  prendendo in mano subito la situazione e trovando in brevissimo tempo la forza per risollevarsi. Questo è lo spirito del nostro territorio: rimboccarsi le maniche dominando anche gli eventi più avversi, per ritrovare quanto prima la propria normalità».

Comunicato - An. Bi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore