/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 02 novembre 2020, 09:42

Borgosesia, completati gli interventi di ripristino post alluvione

La municipalizzata Seso ha lavorato con 8 uomini, 3 spazzatrici, 2 compattatori, idropulitrici e diversi altri mezzi d’ausilio

Borgosesia, completati gli interventi di ripristino post alluvione

È giunto a completamento il lungo lavoro della Seso, azienda municipalizzata del Comune di Borgosesia, per il ripristino dell’Isola, area della città duramente colpita dall’alluvione di inizio ottobre.

Gli uomini e i mezzi della Seso erano intervenuti tempestivamente il 3 ottobre, su indicazione del sindaco Paolo Tiramani, per portare soccorso agli abitanti dell’area alluvionata: «Nei primi tre giorni i nostri uomini hanno lavorato  a fianco dei numerosi  volontari – spiega il direttore di Seso, Dario Pavanello – successivamente siamo rimasti solo noi, con una task force di 8 uomini, 3 spazzatrici, idropulitrici, 2 compattatori e diversi altri mezzi d’ausilio a continuare l’opera di sgombero e ripristino, fino ad arrivare, questa settimana, ad aver rimosso tutto il materiale accatastato e il fango che deturpava le strade».

Un lavoro, quello di Seso per il ripristino della situazione all’Isola, che si è articolato su diverse fasi: dalla rimozione massiva dello spesso strato di fango che si era depositato sull’area e che pregiudicava la viabilità, alla differenziazione dei rifiuti accumulati dai residenti, fino alla fase finale di pulizia accurata di ogni tipologia di detrito o rifiuto rimasto nell’area, sulle strade o impigliato nelle recinzioni delle abitazioni.

«Seso si è rivelata preziosa in questo frangente – commenta Tiramani – come peraltro lo è quotidianamente per la cura del nostro territorio e dell’ambiente cittadino. In questo caso, uomini e mezzi della municipalizzata hanno operato per diversi giorni sia a Isola di Sotto che a Isola di Sopra: naturalmente non potevano operare nelle aree private, ma si sono messi a disposizione dei residenti per poter recuperare quanto prima la normalità in quell’area così duramente colpita».

Dal nostro corrispondente di Vercelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore