/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 18 novembre 2020, 09:47

Alagna: tamponi rapidi per i residenti dell'alta valle

Il nuovo centro medico del paese si trasforma in un vero e proprio presidio di riferimento nella lotta al Covid

Alagna: tamponi rapidi per i residenti dell'alta valle

Il centro medico di Alagna, che ha debuttato in estate, garantendo una serie di servizi per i turisti, si attrezza per l'emergenza e diventa un "ospedaletto" di primo riferimento per i residenti: un luogo in cui i residenti dell'alta Valsesia potranno eseguire i tamponi rapidi senza sobbarcarsi la trasferta fino a Borgosesia. Venerdì, grazie a un accordo unico a livello regionale, tra il Comune, che ha acquistato duemila tamponi rapidi, la farmacia Alta Valsesia e il medico di base, si faranno tamponi rapidi al prezzo convenzionato di 35 euro.

«Tutti possono richiedere di sottoporsi ai test, che verranno fatti due volte alla settimana, il martedì e il venerdì, dalle 17,30 - spiega il sindaco di Alagna, Roberto Veggi -. Chi è interessato a eseguire il test deve prenotare contattando la farmacia Alta Valsesia al 379-2169929 o inviare una e-mail a tamponi@alpifarma.it. Nel giorno dell’appuntamento il primo passaggio sarà in farmacia per il pagamento e poi ci si potrà trasferire al centro medico Monterosa, aperto nella nuova ala del palazzetto dello sport, per il tampone che verrà fatto in drive in nel piazzale davanti alla struttura. La risposta sulla negatività, com'è noto, arriva entro un quarto d'ora: se venisse riscontrato un caso di positività verrà segnalato all'Asl per l'inserimento nella piattaforma Covid e il successivo tampone molecolare di conferma.

Il centro medico, dove operano da due infermieri, è stato aperto nel luglio scorso come presidio sanitario a disposizione di residenti e turisti: garantisce cure, medicazioni, prelievi del sangue, analisi della pressione, elettrocardiogramma e altri controlli, risparmiando alle persone l’inconveniente di spostarsi a 50 chilometri di distanza per raggiungere l’ospedale borgosesiano. E' inoltre la sede del medico di base per i residenti nel comprensorio. 

«In questi giorni di emergenza - aggiunge il sindaco Veggi - il centro medico ha iniziato una trasformazione, adattandolo a nuove prestazioni legate alla seconda ondata della pandemia: la collaborazione tra istituzioni ha permesso ai residenti del territorio di ricevere la prestazione con un’attesa mediamente inferiore a due giorni,  di alleggerire la pressione sull’ospedale di Borgosesia».

Dalla redazione di Vercelli - g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore