/ SPORT

SPORT | 28 maggio 2021, 19:44

Il Giro ha un solo colore ma mille sfumature di emozioni: giornata indimenticabile per Scopello e la Valsesia FOTO

Per la prima volta Scopello e l'Alpe di Mera hanno ospitato la corsa rosa in una tappa mozzafiato ma, purtroppo, anche segnata dalla tragedia delle Funivie del Mottarone

Foto Valsesianotizie.it

Foto Valsesianotizie.it

Il Giro d'Italia ha un solo colore, notoriamente il rosa, ma sono mille e più le sfumature di emozioni che ogni anno riesce a regalare ai territori in cui transita e al pubblico. Così è stato oggi, 28 maggio, per la Valsesia: per la prima volta Scopello e l'Alpe di Mera hanno ospitato la corsa rosa, e precisamente l'arrivo della 19esima tappa con partenza da Abbiategrasso. Ad avere la meglio è stato Simon Yates, mentre la maglia rosa è rimasta a Egan Bernal (in foto). Una tappa senza dubbio indimenticabile ma purtroppo anche segnata dalla tragedia che domenica scorsa ha colpito tutto il Piemonte e l'Italia: nel rispetto e nel ricordo delle vittime gli organizzatori del Giro hanno deposto una corona di fiori alla stazione di partenza della Funivia a Carciano, oltre ad aver deviato il suo percorso non passando dal Mottarone. Grande solidarietà, infine, da parte di tutti: i corridori hanno deciso di devolvere al piccolo Eitan, bimbo unico sopravvissuto, i premi giornalieri: una cifra che si aggira tra i 35 e i 37mila euro.

bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore