/ CRONACA

CRONACA | 12 novembre 2021, 11:33

Denunce per 5 giovani e divieti di accesso in discoteche e locali di divertimento

Nello scorso fine settimana l’attività del personale delle Polizia di Stato di Vercelli è stata nuovamente molto intensa, con la necessita di garantire alcuni mirati interventi in una nota discoteca della zona, nonché in un club prive per adulti del centro di Vercelli.

Denunce per 5 giovani e divieti di accesso in discoteche e locali di divertimento

Nella notte del 7 novembre il personale delle volanti interveniva, a seguito di segnalazione di lite, in un locale da ballo e rintracciava due ragazzi di origine straniera, residenti nella zona di Novara, che erano stati riconosciuti come gli autori di un furto. Gli stessi poco prima in concorso tra loro avevano strappato una catenina d’oro dal collo di un altro giovane intento a ballare e avevano cercato di dileguarsi, seguiti però da tutto il gruppo di amici del derubato. Senza il pronto intervento degli agenti in divisa si è rischiato che la situazione degenerasse gravemente.

Le successive verifiche hanno permesso di appurare che i due giovani, già segnalati per casi analoghi. si erano già resi protagonisti quella sera di un altro furto simile, ai danni di un altro ragazzo sempre intento a ballare nel locale. La notte precedente sono stati i Carabinieri di Vercelli ad intervenire sempre nello stesso locale per un simile episodio di furto con strappo di una catenina ai danni di un avventore del locale, individuando gli autori sempre in due giovani stranieri. Nei confronti dei quattro ragazzi sono quindi scattati gli accertamenti di carattere amministrativo e, rilevando l’estrema pericolosità dei loro comportamenti illeciti, il Questore di Vercelli ha emesso d’urgenza nei loro confronti i previsti provvedimenti di divieto di accesso alla predetta discoteca (c.d. DACUR), per periodi compresi tra il minimo (6 mesi) ed il massimo (2 anni), a secondo della gravità degli elementi assunti a loro carico.

Non vi è dubbio che all’interno di locali affollati come una discoteca, anche se con le limitazioni alla capienza previste per la prevenzione della diffusione del Covid, tali atti possano scatenare reazioni incontrollate e il panico, situazioni potenzialmente molto pericolose per tutti gli avventori e non solo per le parti offese. Sempre nella notte del 7 novembre la volante della Polizia di Stato è dovuta intervenire in questa via Caduti del Lavoro nei pressi di un locale di intrattenimento per adulti, per la presenza di un giovane straniero, già noto alle Forze dell’Ordine, in evidente stato di ebrezza alcolica e che stava creando non poco trambusto.

Il giovane si è poi scagliato contro gli agenti, rendendosi responsabile di una serie di reati, dall’oltraggio alla resistenza e violenza contro pubblico ufficiale, cercando in tutti i modi di divincolarsi e lo scontro fisico. Lo stesso adeguatamente contenuto, accompagnato in Questura è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria. Naturalmente anche per lui è scattato il divieto di accedere nuovamente nel predetto locale per un periodo di almeno un anno dalla notifica del provvedimento, la cui violazione comporta rilevanti conseguenze di carattere penale.

c.s. Questura VC - cc

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore