/ EVENTI

EVENTI | 27 luglio 2022, 09:55

Musica a Rima, 19° Edizione, 14 e 16 agosto

Musica a Rima, 19° Edizione, 14 e 16 agosto

“Musica a Rima” giunge al traguardo della Diciannovesima Edizione, organizzata dall'Associazione Turistica Pro Loco di Rima e sotto la direzione artistica di Angelo Peracini.

Rima è un piccolo paese di origine Walser ai piedi del Monte Rosa, in Valsesia, situato a ben 1417 metri di altitudine ed è una frazione del comune di Alto Sermenza (VC).

Diciannove anni in cui si sono tenuti 47 concerti con musicisti jazz come Enrico Pieranunzi, Fabrizio Bosso, Michel Godard, Louis Sclavis, Rosario Giuliani, Javier Girotto, Luciano Biondini, Rita Marcotulli, Paolo Damiani, Bebo Ferra, Guido Manusardi, Pietro Tonolo, Peo Alfonsi, Gabriele Mirabassi, Fausto Beccalossi, Tino Tracanna, Umberto Petrin, Roberto Cecchetto, Francesco D’Auria; e con musicisti classici come Antonio Ballista, Guido Rimonda, Massimo Giuseppe Bianchi, Gabriele Pieranunzi, l'orchestra d'archi Interpreti Italiani e tanti altri artisti, come il cantante e attore David Riondino.

Ogni anno numerosi appassionati si ritrovano qui accomunati dalla passione per la montagna ma, soprattutto, da quella per la grande musica della quale la rassegna “Musica a Rima” è un’assoluta garanzia da tanti anni ormai.

Il programma prevede:

- Domenica 14 agosto, Alberto Sala, storico organo Vincenzo Mascioni del 1907, completamente restaurato nel 2021 dalla ditta Fratelli Marzi di Pogno.

In programma: Bach, Wagner, Bossi, Mendelssohn, Ravel

- Martedì 16 agosto, “INSEGUENDO QUEL SUONO, omaggio a Ennio Morricone” con Alessandro De Rosa, voce narrante, Fausto Beccalossi, fisarmonica, Claudio Farinone, chitarra.

Uno spettacolo di narrazione e musica dedicata a Ennio Morricone con Alessandro De Rosa, autore della più importante biografia-conversazione dedicata al Maestro romano, pubblicata da Mondadori, e con le riletture musicali di Fausto Beccalossi e Claudio Farinone.

I concerti si terranno nella Chiesa Parrocchiale di Rima con inizio alle ore 17.30 e ingresso a 10 €.

Ingresso gratuito ai minori di 16 anni.

Per informazioni e prenotazioni telefonare al numero 345 8095160 oppure scrivere a prolocorima@gmail.com o consultare il sito www.prolocorima.it

L'organizzazione intende ringraziare sin d'ora gli sponsor che hanno aderito all'iniziativa e in particolar modo la Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli, sponsor principale.

BIOGRAFIE

ALBERTO SALA, storico organo Vincenzo Mascioni del 1907

Lo strumento, a trasmissione pneumatica, venne costruito nel 1907 dalla ditta Vincenzo Mascioni di Cuvio (VA) e si presenta conforme al progetto originario. E' dotato di due tastiere di 58 tasti e pedaliera rettilinea di 27 note.

Possiede 5 registri al Grand'organo, 4 all'Organo espressivo e 2 al pedale azionabili tramite placchette a bilico poste sopra alla tastiera superiore. Le canne in totale sono 796 delle quali 73 in legno.

Completamente restaurato nel 2021 dalla ditta Fratelli Marzi di Pogno, grazie alla sottoscrizione del Comitato “Per ricordare Daniele”, in memoria di Daniele Curri.

ALBERTO SALA, nato a Monza nel 1974, ha compiuto gli studi musicali presso il Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra di Milano, conseguendo il Magistero in Canto Gregoriano; presso l’ISSM Conservatorio G.Cantelli di Novara ottenendo il Diploma Accademico di II livello in Organo ed il Diploma Accademico di II livello in Musica Sacra. Presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma ha conseguito il Post Gradum in Organo – indirizzo Improvvisazione Organistica sotto la guida del Prof. P. T. Flury. Ha frequentato inoltre corsi di perfezionamento e masterclass con i Maestri A.Sacchetti, G.Acciai, F.Caporali, G.Parodi, G.Mazza. Tiene regolarmente diversi concerti d’organo solista ed in formazione con altri strumenti. Collabora con numerosi cori effettuando tournée in Italia ed all’estero (Svizzera, Belgio, Germania, Usa, Francia, Israele). Dal 1999 è Organista Titolare del Duomo di Novara, dal 2007 è direttore del Corpo Musicale Boffalorese. Ha al suo attivo numerose composizioni ad uso liturgico ed Oratori per soli, coro, organo ed orchestra. Tra quest’ultimi si distinguono “Haec Nova Jerusalem”, eseguito a Gerusalemme, e le Passioni di N.S. Gesù Cristo secondo Luca e Giovanni, eseguite a Novara, Milano e Torino. E’ docente di Composizione e Innodia presso il Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra di Milano e di Organo presso l’Istituto della Cappella Musicale del Duomo di Novara. Con il M° p. T. Flury sta portando a compimento il “Manuale per l’Organista Improvvisatore Apprendista”, la cui pubblicazione è prevista all’interno della collana “Didattica e Saggistica” del Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma.

INSEGUENDO QUEL SUONO, omaggio a Ennio Morricone” con Alessandro De Rosa, voce narrante, Fausto Beccalossi, fisarmonica, Claudio Farinone, chitarra.

Spesso considerata come elemento di semplice abbellimento, la musica per il cinema rischia di ricoprire un ruolo di secondo piano all'interno della produzione filmica. Ennio Morricone è stato invece il compositore che ha reso la musica l'elemento protagonista, conferendole autorevolezza. Una esperienza professionale e di vita ricca e a tratti ancora misteriosa che lo ha portato ad interagire con tutti i contesti che il XX secolo potesse offrire ad un musicista (dal Conservatorio a Darmstadt, dalle sessioni come turnista, alla musica scritta e improvvisata, dal cinema alla sala da concerto passando per il mondo discografico, le canzoni, il teatro, la radio e la televisione). Quali sono i segreti che si celano dietro il suo percorso? In che modo il Maestro è divenuto un’icona riconosciuta e riconoscibile in tutto il mondo attraverso la sua musica?

Raccontare Ennio Morricone non significa discutere solamente del suo fecondo e straordinario rapporto col cinema, ma può spalancare ampie riflessioni sulla musica, sulla società e la cultura del suo e del nostro presente. Discutere la modernità, l’oggi. Un importante percorso per assumere prospettiva ed orientarsi anche attraverso il percorso formativo, artistico e di vita di questo Maestro conosciuto in tutto il mondo, ripercorrendo alcune delle sue intramontabili pagine musicali.

Alessandro De Rosa, compositore e scrittore, è coautore insieme ad Ennio Morricone di "Inseguendo quel suono" (Mondadori Libri), autobiografia ufficiale del Maestro romano in forma di conversazioni tradotta in svariate lingue tra le più parlate al mondo, da Morricone stesso definito il più significativo libro che lo riguarda. Nello spettacolo a tre voci, Alessandro De Rosa racconta alcuni tratti salienti della vita e dell'opera del Maestro, creando un filo rosso con le interpretazioni di Fausto Beccalossi e Claudio Farinone, che rileggono alcuni passi più o meno noti del suo percorso musicale, plasmandoli sui loro strumenti.

ALESSANDRO DE ROSA, milanese, classe 1985, ha iniziato lo studio della composizione su consiglio di Ennio Morricone. Ha studiato con Boris Porena per diplomarsi poi in Olanda, al Conservatorio Reale dell’Aja. Ha collaborato come compositore e arrangiatore con Jon Anderson degli Yes. Con Ennio Morricone è autore del libro “Ennio Morricone – Inseguendo quel suono. La mia musica, la mia vita. Conversazioni con Alessandro De Rosa” (Mondadori Libri, 2016) al momento tradotto in altre cinque lingue tra le più parlate al mondo. Ha lavorato come compositore di musica applicata per numerose agenzie e società, tra cui Amadeus Music e Pastelle Music scrivendo musica per documentari, film e pubblicità. Attualmente continua la sua attività musicale come libero professionista, lavorando parallelamente come autore e speaker radiofonico per la Radiotelevisione Svizzera di Lingua Italiana (RSI).

FAUSTO BECCALOSSI è attualmente considerato uno dei massimi specialisti del suo strumento.  Inizia giovanissimo lo studio della fisarmonica cromatica con lo stile classico presso il Conservatorio di Brescia che lo porterà a esibirsi negli anni con numerosi gruppi italiani e a collaborare e registrare dischi con alcuni fra i migliori musicisti dell’area jazzistica internazionale, tra i quali: K. Wheeler, G. Rubalcaba, G. Mirabassi, P. Fresu, G. Trovesi e Maria Pia De Vito. Nel 2002 è stato invitato a Buenos Aires da Lito Epumer, tra i maggiori chitarristi argentini, per registrare il disco “Nehuen”. E' stato parte per circa un decennio del World Simphonia del chitarrista americano Al Di Meola, con cui si è esibito nei maggiori festival in tutto il mondo e registrando tre CD.

 CLAUDIO FARINONE, milanese, classe 1967, si diploma in chitarra al Conservatorio Bologna sotto la guida di Maurizio Colonna. Dopo avere frequentato numerose masterclass e seminari di interpretazione e composizione e ottenuto premi a concorsi internazionali, inizia un’attività concertistica suonando con diverse formazioni come il Tanguediaduo, il Torres Quartet e Aries4. Crea, con l’attore David Riondino, spettacoli e trasmissioni radiofoniche sul bolero cubano, sulla poesia di Ernesto Ragazzoni e su sonorizzazioni dal vivo di film muti. Di recente pubblicazione il CD, "Il bolero come Terapia", frutto di un insolito e sorprendente percorso sui temi del bolero cubano, progetto presentato a “Musica a Rima” nel 2020. Inoltre tiene concerti in solo, impiegando chitarre classiche, flamenche, baritone ed elettriche, che caratterizzano il suo linguaggio, posto a metà tra interpretazioni e percorsi improvvisativi.  Nel 2013 esce il CD “Claudio Farinone plays Ralph Towner”, CD dedicato al celebre chitarrista e compositore americano, che è stato accolto entusiasticamente da pubblico e critica. Nel 2017 esce un nuovo CD del progetto Aktè, ispirato ai luoghi del Mediterraneo, registrato negli studi della Radio Svizzera.  Nel 2019 debutta il nuovo progetto in duo con Raffaele Casarano, dedicato alla figura di Mercedes Sosa. Nel 2020 Inizia una nuova collaborazione con l'attrice e cantante Clara Galante, con un progetto dedicato alla scrittrice Irene Brin. Parallelamente alla carriera di musicista, dopo un ventennio di insegnamento chitarristico, approda nel 2005 alla Rete 2, canale culturale della Radio Svizzera italiana, dove conduce regolarmente programmi musicali e realizza approfondimenti speciali con alcuni dei grandi protagonisti della musica e della cultura contemporanea.



c.s. Angelo Peracini

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore