/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 04 luglio 2020, 16:47

"Non vi piace Sgarbi? Indicate un nome più prestigioso che faccia da testimonial gratuito per la Valsesia"

Paolo Tiramani difende la scelta del critico per il lancio del concorso "VacanzeinValsesia" che, intanto ha superato le 10mila iscrizioni

"Non vi piace Sgarbi? Indicate un nome più prestigioso che faccia da testimonial gratuito per la Valsesia"

Nel corso della sua lunga carriera televisiva prima e politica poi, Vittorio Sgarbi è sempre stato un personaggio che ha creato polemiche e divisioni: estremo in molte delle sue espressioni, finisce per avere o scatenati detrattori o fedelissimi ammiratori.

Non fa eccezione la Valsesia, territorio al quale Sgarbi è legato dalla passione per il Sacro Monte di Varallo e dal ricordo della lunga amicizia con Gianluca Buonanno. E così anche il suo ruolo di testimonial per il progetto VacanzeinValsesia è finito al centro della polemica. A criticare la scelta di Sgarbi come testimonial del territorio è stata, soprattutto, Azione Valsesia che, in una nota stampa, esprime un veementemente disappunto riguardo al ruolo del parlamentare e critico dell'arte.

A ribattere, a stretto giro di posta, è il sindaco di Borgosesia, Paolo Tiramani, ideatore del progetto e collega di Sgarbi in Parlamento.

"Sgarbi a volte eccede nella forma – dice Tiramani, ideatore del concorso e promotore dello stesso insieme ai sindaci della Valsesia – ma resta un grandissimo critico d’arte, oltre che un personaggio di primissimo piano nel mondo della cultura ed anche in quello dello spettacolo. Un nome che conta, in Italia, e che ha una capacità non comune di descrivere e far amare l’arte. Con la Valsesia ha un rapporto che dura da anni, la conosce bene, e il suo amore per il nostro territorio lo rende un testimonial unico e appassionato. E, cosa non da poco, ci sostiene a titolo gratuito. Abbiamo già raggiunto numeri molto elevati nel nostro concorso, con iscrizioni che arrivano da tutta Italia: questa è la risposta più efficace a tutte le obiezioni".

A chi non ama Sgarbi e critica il suo ruolo - e in particolare ad Azione Valsesia, Tiramani lancia una sfida: "Trovate altri nomi, che ritenete più prestigiosi: se si offriranno anche loro a titolo gratuito li valuteremo per progetti futuri!".

Il sindaco di Borgosesia, inoltre, cita a sostegno della validità della scelta, le attestazioni di tanti cittadini che, invece, esprimono vivo apprezzamento per la scelta: “Se a scuola avessi avuto un professore come Sgarbi mi sarei più interessata ai musei e all’arte” scrive Silvia, “Sgarbi è una persona coerente che dice le cose in faccia (…) non si poteva scegliere di meglio” aggiunge Fabrizio, e ancora Marina aggiunge “Sgarbi uomo intelligente e di cultura, come testimonial delle bellezze italiche è perfetto” e Carla conclude “Non lasciatevi scappare questo personaggio”.

"Ho letto i commenti, sia quelli contrari che quelli favorevoli – conclude Paolo Tiramani – e devo dire che già il fatto che ognuno si senta in dovere di esprimere il proprio parere su questa scelta è il segno che abbiamo scelto la persona giusta: non passa inosservato, tutto ciò che fa ha una grande eco, ed è innegabilmente unico nella sua eloquenza e nella conoscenza dell’arte, oltre che nell’affetto per la Valsesia! Abbiamo già raggiunto migliaia di iscrizioni e dunque il nostro obiettivo è stato raggiunto: chi non ha mai fatto nulla per la Valsesia, salvo sollevare polemiche,  può continuare a crogiolarsi in questa attività, mentre noi andiamo avanti con il pragmatismo che ci contraddistingue, tutti uniti, portando a casa risultati per il nostro territorio".

Dalla redazione di Vercelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore