/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 18 febbraio 2021, 12:48

Tiramani da Roma: "Borgosesiani, sono fiero di voi"

Nel giorno del Mercu Scurot annullato, la popolazione si è dimostrata responsabile

Tiramani da Roma: "Borgosesiani, sono fiero di voi"

Qualche "irriducibile", sceso in piazza con cilindro e frac, c'è stato. Ma, nel complesso, i borgosesiani si sono dimostrati prudenti e ligi alle misure di prevenzione anti-contagio. Quest'anno il Mercu Scurot non si poteva fare e così è stato: merito degli appelli rivolti dall'amministrazione comunale e dal massiccio servizio di prevenzione svolto dalle forze dell'ordine.

«A distanza, volevo fare i complimenti a tutti i miei concittadini per l'ordine e il rigore tenuto oggi (ieri, 17 febbraio) - dice il sindaco Paolo Tiramani da Roma - Anche le poche decine di irriducibili che sono voluti scendere in piazza vestiti di frac, mantella e cilindro lo hanno fatto con senso di responsabilità, senza creare alcun tipo di problema, mischiandosi tra la gente comune, come se fosse un giorno qualsiasi».

I ripetuti appelli di questi giorni sono dunque andati a buon fine: Borgosesia, che sta uscendo dal giro dei contagi della seconda ondata, ha dimostrato la necessaria prudenza, rinunciando alla manifestazione più sentita del Carnevale che ogni anno richiama in strada una folla enorme di persone.

«Un grazie di cuore alle forze dell'ordine presenti in città, coordinate dal tavolo prefettizio: Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza e Polizia Locale: siete l'orgoglio di un'Italia che vuole ripartire», conclude Tiramani. Attente e professionali come sempre, sono state un valido deterrente per evitare problemi.

Dal nostro corrispondente di Vercelli - bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore