/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 01 marzo 2021, 09:08

Da oggi il Piemonte e la Valsesia in zona arancione: Ecco cosa si può fare e cosa no

Chiusi bar e ristoranti, consentiti gli spostamenti solo all'interno del proprio Comune. Stop a mostre e musei. Consentita l'attività motoria all'aperto individuale. Aperti i negozi al dettaglio, parrucchieri e centri estetici. Per elementari e medie didattica in presenza, scuole superiori al 50%

Da oggi il Piemonte e la Valsesia in zona arancione: Ecco cosa si può fare e cosa no

Da oggi il Piemonte e Biella sono in zona arancione: di seguito le principali misure previste in base all’ordinanza firmata nelle scorse ore dal ministro della Salute, Roberto Speranza.

SCUOLA

Didattica in presenza per scuole dell’infanzia, scuole elementari e scuole medie, resta la didattica in presenza per le scuole superiori al 50% 

SPOSTAMENTI

Consentiti gli spostamenti all’interno del proprio Comune senza autocertificazione, vietati però gli spostarsi sia dal proprio Comune che in entrata e in uscita da una Regione all’altra, salvo i casi che già conosciamo di lavoro, studio, salute o necessità.

Sì agli spostamenti dai Comuni con meno di 5000 abitanti per una distanza non superiore ai 30 km, ma non verso i capoluoghi di provincia.

Consentita la visita a parenti e amici, solo all’interno del proprio Comune e nel limite di due persone, oltre ai minori di 14 anni sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi 

COPRIFUOCO

Stop agli spostamenti dalle ore 22 alle 5 del mattino salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute.

ATTIVITÀ MOTORIA

In zona arancione è consentita l’attività motoria nei pressi della propria abitazione e l’attività sportiva all’aperto, ma solo in forma individuale. Aperti i centri sportivi, mentre restano chiusi impianti sciistici, piscine e palestre.

ATTIVITÀ COMMERCIALI

Chiusi di bar e ristoranti, 7 giorni su 7, asporto consentito fino alle ore 18 per i bar, fino alle ore 22 per i ristoranti, mentre è sempre permessa la consegna a domicilio. 

Aperti i negozi al dettaglio. Chiusi nel weekend i centri commerciali (ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, generi alimentari, fiorai, tabaccherie, edicole e librerie presenti al loro interno). 

Aperti parrucchieri e centri estetici così come mercati anche extra-alimentari. Sospese le attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie. 

CULTURA 

Purtroppo, tornano a essere chiusi musei e mostre, sempre chiusi invece teatri e cinema.

Dal nostro corrispondente di Cuneo - bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore