/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 17 maggio 2021, 09:40

A Crevacuore nasce il primo negozio di baratto per bimbi e ragazzi FOTO

Si chiamerà Bibì curato dall'Associazione La Zattera, l'inaugurazione è avvenuta sabato.

A Crevacuore nasce il primo negozio di baratto per bimbi e ragazzi FOTO

Sabato 15 maggio a Crevacuore é stato inaugurato Bibì, il primo negozio di baratto dedicato a bambini e ragazzi fino ai 14 anni, curato dell'Associazione La Zattera, da anni punto cardine del territorio della Valsessera che, per il 2021, ha varato questo innovativo progetto sociale.

Bibì non é il solito negozio dove comprare oggettistica, abbigliamento, giochi, materiale scolastico o piccoli arredi ma semplicemente dove si baratta, si dona, si scambia tutto questo a favore di bambini e ragazzi, che ricordiamo essere stata una delle categorie sociali più colpite duramente durante il periodo Covid.

La vice presidente Alice ci tiene a sottolineare che "il punto di forza del Bibì é nel valorizzare lo scambio e la scelta sostenibile del 'second hand' con la possibilità di recuperare ogni cosa con il vantaggio di ridurre gli sprechi e di avere anche un risparmio economico".

Con Bibì (aperto il mercoledì e sabato orario 14:30/17:30) l'obiettivo é anche aiutare le famiglie con bambini e ragazzi nella speranza anche di raccogliere più offerte possibili (da regolamento é previsto ad ogni passaggio/scambio un'offerta minima di 1 euro) da utilizzare per la gestione del negozio stesso e soprattutto anche per le numerose iniziative annuali dell'associazione.

In questo progetto é stato importante l'appoggio del Comune (nella persona del sindaco Ermanno Raffo), dei volontari sempre attivi, di tutti i cittadini che lo hanno sostenuto già nei mesi scorsi, a partire dalla ricerca del locale e la sua parziale ristrutturazione interna, la raccolta e lo smistamento di tutti gli articoli pronti per essere scambiati e donati.

Come riportano entusiaste la presidente Matilde Brunoe la vice Alice Broglia: "La nostra missione é quella di creare una valida cultura dello scambio attraverso il riciclo riducendo gli sprechi e rivalutando la solidarietà reciproca tra le persone. Ringraziamo tutti coloro che già a partire dall'inaugurazione, hanno dimostrato interesse per questa nuova realtà”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore