/ CRONACA

CRONACA | 02 dicembre 2021, 09:15

Non si fermano all'alt. Catturati dopo inseguimento, uno di loro era già ricercato

Non si fermano all'alt. Catturati dopo inseguimento, uno di loro era già ricercato

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile unitamente a personale del Nucleo Investigativo di Vercelli hanno identificato un sodalizio criminale composto da quattro persone di origine sudamericana.

Nel pomeriggio di ieri una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile di Vercelli durante l’esecuzione di un posto di controllo posizionato lungo SP 11 bis che porta da Vercelli a Novara, intimava l’alt ad un’utilitaria con targa straniera. Il veicolo non arrestava la marcia, proseguendo in direzione di Cameriano, ove veniva inseguita e bloccata dalla pattuglia. A bordo vi erano presenti 4 stranieri sudamericani, privi di documenti di identificazione. Il mezzo, risultato di provenienza furtiva, essendo stato asportato in Francia (Parigi) in data 29 novembre u.s., era stato altresì segnalato alla C.O. la sera precedente poiché era transitato a Cigliano ove era stati tentati due furti in abitazione. Alla luce di tale situazione, i quattro soggetti venivano accompagnati in caserma per ulteriori accertamenti. Dal loro fotosegnalamento emergeva che uno di questi era gravato da un provvedimento di cattura emesso dal Tribunale di Milano nel 2018 a seguito di una condanna per indebito utilizzo di carte di credito, dovendo scontare 10 mesi e 9 giorni di reclusione. Il 24 enne peruviano veniva quindi dichiarato in stato di arresto e successivamente tradotto in carcere. Nei confronti degli altri tre soggetti, (cubani e peruviani) essendo tutti privi di documenti di identità e di permesso di soggiorno, di cui uno con precedenti contro il patrimonio, si procedeva ad accompagnarli in Questura per la notifica dei provvedimenti di espulsione dal T.N..

Tutti e quattro sono stati deferiti per ricettazione in concorso dell’autovettura francese che verrà restituita al legittimo proprietario.

Carabinieri di Vercelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore