/ CRONACA

CRONACA | 19 giugno 2022, 08:12

Morti in Casa di Riposo: l'accusa chiede 4 assoluzioni

Processo per I 49 decessi di anziani ospiti avvenuti nel corso della prima ondata covid

Morti in Casa di Riposo: l'accusa chiede 4 assoluzioni

Richiesta di assoluzione dall'accusa di omicidio colposo per tutti gli imputati. Il processo per i 49 morti nella Rsa di piazza Mazzini all'epoca della prima ondata covid arriva alle battute finali. Nell'udienza di venerdì è stato il pubblico ministero Carlo Introvigne a presentare le proprie conclusioni: al termine della requisitoria, il magistrato ha chiesto di assolvere l'ex manager Asl Chiara Serpieri, il direttore della Casa di riposo di piazza Mazzini, Alberto Cottini, l'allora direttore sanitario Sara Bouvet e la coordinatrice delle Oss, Silvia Cerutti. Nei confronti di Serpieri, che doveva rispondere anche di omissione di atti d'ufficio, è stata chiesta una condanna a sei mesi con la condizionale, o, in subordine, il riconoscimento della tenuità del fatto.

I quattro imputati, che avevano scelto il rito abbreviato, avevano parlato nel corso della precedente udienza: Serpieri, difesa dall'avvocato Michela Malerba, si era sottoposta a un lungo esame, rispondendo alle domande di pm, parti civili e difese; Cottini, Cerutti e Bouvet rappresentati dal legale Massimo Mussato - e Bouvet anche dal collega Aldo Casalini - avevano rilasciato spontanee dichiarazioni. Una quinta imputata, medico del 118 di Novara, aveva ottenuto che la propria posizione fosse stralciata e rinviata alla Procura territorialmente competente.

Ieri davanti al giudice Cristina Barillari hanno discusso accusa e parti civili; nella prossima udienza saranno le difese a presentare le proprie conclusioni.

redazione Vercelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore