/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 06 febbraio 2024, 09:52

Istorbive presenta il libro per bambini: “Nonno Furio torna dalla guerra”

Istorbive presenta il libro per bambini: “Nonno Furio torna dalla guerra”.

Istorbive presenta il libro per bambini: “Nonno Furio torna dalla guerra”.

È stato pubblicato dall’Istorbive in questi giorni un interessante libro per bambini e ragazzi, scritto da Silvia Delzoppo: Nonno Furio torna dalla guerra, apprezzabile anche dagli adulti per la scioltezza dello stile narrativo e le capacità di sintesi storica delle complesse vicende del Novecento. Questo volume ribadisce ancora una volta l’impegno dell’Istituto Storico sul tema della prigionia nella seconda guerra mondiale.

Il libro esce in un momento in cui la pace nel mondo occidentale è messa in forte discussione alle porte dell’Europa: gli eventi tragici che il mondo sta vivendo ne hanno riconfermato l’attualità. La prefazione, firmata dal Direttore dell’Istorbive, Enrico Pagano, si conclude con un appello ai giovani: “Invitiamo i ragazzi a caricarsi sulle loro spalle di lettori il messaggio di pace che scaturisce da questa storia. Perché solo la pace può continuare ad alimentare i loro sogni e a dare una prospettiva al loro domani”.

Silvia Delzoppo, insegnante biellese, collaboratrice dell’Istorbive, sentì il bisogno di scrivere qualcosa di chiaro, personale e “personalizzato” in relazione ai bambini, agli alunni, ai quali insegnava. Il primo libro, pubblicato da Lineadaria Edizioni nel 2009, in occasione del 60° della promulgazione della Costituzione, si intitola: “Nonna Luciana e… la Costituzione Italiana”, e nel 2022 è stato riedito dall’Istorbive. Il secondo fu pensato invece per ricordare la riunificazione italiana della quale ricorreva il centocinquantenario nel 2011: “Nonna Luciana e l’Unità d’Italia”.

Nonno Furio torna dalla guerra racconta il Ventennio senza prendere posizioni politiche, cercando di far conoscere i fatti. Di storie come quella di nonno Furio ce ne sono molte, che forse attendono di essere riscoperte, riportate alla luce per incardinare l’esperienza storica sulle vicende vissute dalle persone: “La storia deve generare consapevolezza”, come ricorda Enrico Pagano nella Prefazione.

Questo nuovo libro si inserisce in un filone della letteratura per bambini e ragazzi incentrato sul dialogo tra nonni e nipoti, del quale possono essere ricordati: Nonno Rosenstein nega tutto di Marco Bosonetto,  in cui nonno Simon scrive memorie false: “Per scappare dai miei veri ricordi”, facendo pensare a come si possano spartire i giorni con la memoria senza odiarla: “Sedersi al tavolo della nostalgia senza il timore che il ricordo diventi tortura”; il caustico La riparazione del nonno di Stefano Benni, pubblicato nelle edizioni Orecchio Acerbo, e il poetico: L’angelo del nonno, di Jutta Bauer, che si apre con: “Al nonno piace raccontare”. Tra le ultime uscite ricordiamo il libro di un autore greco, Alki Zei: Il nonno bugiardo, vincitore del Prix Chronos, in cui il nonno, ex attore di teatro esiliato durante la dittatura dei colonnelli, non si inventa nulla, ma ha davvero vissuto una vita straordinaria. “Andonis era stufo di aspettare il nonno”: vale la pena di conoscere questo nonno diverso. La pubblicazione presenta anche caratteristiche grafiche innovative: è un libro ad alta leggibilità, adatto per chi è dislessico, ed è dotato di audiolibro, perché sentirsi leggere una storia è estremamente coinvolgente, da bambini, ma anche da adulti.

Il testo di Silvia Delzoppo era ormai esaurito da tempo: la riedizione, dopo nove anni, è stata arricchita con altri documenti rinvenuti nel frattempo: pagelle scolastiche, lettere dal campo di lavoro, fotografie, infine la medaglia d’onore a Furio Delzoppo, concessa dal Presidente della Repubblica: “Ai cittadini italiani, militari e civili internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra ed ai familiari dei deceduti”. Nella nuova veste grafica in copertina è disegnato un aereo che sgancia petali, mentre il carro armato spara fiori, papaveri rossi come il sangue di chi è caduto, ma anche come la passione di chi ha difeso la libertà e operato per rimuovere i reticolati. Sull’ultima di copertina una divertente caricatura di nonno Furio. In un lungo “ponte” scolastico del 25 aprile il nonno racconta al nipote le vicende della sua vita, partendo dalla nascita, avvenuta nel 1925. Dopo la morte della mamma, Furio di soli due anni, fu affidato ad una zia e poi ad una balia, che d’estate con le bestie saliva all’alpeggio. Tornato in città per frequentare la scuola nella storia di Furio compare la figura di una zia inviata al confino, che riecheggia la vicenda di Alba Spina, della quale Silvia Delzoppo rielaborò le memorie dattiloscritte in un romanzo-saggio sulla sua vita, dai giorni duri della Resistenza antifascista al dopoguerra con le prime prove di donne in politica: Alba Spina una vita per un ideale. Dal confino al carcere, ricordi e memorie. Quando nel 1944 Furio fu chiamato alla leva militare non rispose e fu dichiarato renitente, scoperto fu fatto prigioniero ed inviato in Germania, prima in un campo di concentramento, poi fu trasferito in un campo di lavoro dal quale riuscì a ritornare alla fine della guerra. La vita riprese, ma la Memoria di quanto vissuto rimase indelebile, tanto da aver sentito il bisogno di trasmetterla alle generazioni più giovani, come monito affinché si comprendesse l’importanza della Libertà e della Pace, che oggi, dopo ottant’anni sono nuovamente in pericolo. Scorrono in parallelo la storia vera, vissuta da tutti e la storia personale di nonno Furio: i capitoli narrativi sono intervallati da altri dedicati a La storia, completati da una sintetica bibliografia con l’indicazione di libri da leggere, da quelli per i piccini a quelli per i più grandi, tra i quali: La storia della Resistenza in Valsesia a fumetti, di Giorgio e Luca Perrone. Per coloro che fossero interessati a questi temi, e soprattutto a questo modo di trasmettere la memoria facendo colloquiare le generazioni, ricordiamo che i volumi citati sono tutti disponibili in biblioteca.

C.S. Piera Mazzone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore