/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 22 gennaio 2020, 17:31

#Operazione3D all'Ospedale di Borgosesia: raddoppiato l’obiettivo

Grazie alla donazione di tanti valsesiani e valsesserini l'Ospedale di Borgosesia potrà aggiornare il reparto di Chirurgia Generale. Raccolti 20.145 euro

#Operazione3D all'Ospedale di Borgosesia: raddoppiato l’obiettivo

Si chiude con successo la campagna di crowdfunding #Operazione3D Ospedale di Borgosesia; parte della sperimentazione Raccogliamo il Futuro di Compagnia San Paolo: 20.145 euro raccolti, il doppio dell’obiettivo prefissato.

“Su cun voja matai, tüc ansemma gl’a füma!”, #facciamoloinsieme, si apriva così, il 15 novembre 2019, la campagna sperimentale di crowdfunding online #Operazione3D. Con l’accorato appello alla solidarietà per garantirsi il meglio per il proprio territorio delle presidenti di Fondazione Valsesia Onlus, Laura Cerra, e di Igea Prevenzione Salute Vita Odv, Maria Marcon, si iniziava il cammino sul portale Produzioni dal Basso. Un invito a donare, per la comunità e per sé, per garantirsi una sanità migliore, un bisogno primario che coinvolge ognuno di noi.

L’invito è stato accolto con entusiasmo da valsesiani e valsesserini, tanti i donatori che hanno partecipato con impegno per raggiungere un traguardo importante: un passo in avanti verso un futuro migliore per tutti. "Grazie a tutti!Grazie davvero a tutti - commenta il team di Fondazione Valsesia -, senza l’impegno e la partecipazione dei donatori non sarebbe stato possibile fare un 'goal' eccezionale come questo". Come ha ben sintetizzato Laura Cerra: "Un grande risultato, un risultato del cuore, il cuore della gente, la nostra gente che crede nel nostro territorio, che lavora a testa bassa e non si dà mai per vinta , che dona con discrezione, che crede che anche nelle realtà minori la qualità della vita deve essere alta perché ama dove vive e pensa che tutti abbiano diritto ad avere una sanità di livello e ad essere curati nel migliore dei modi . Grazie Gente con la G maiuscola. Insieme tutto è possibile".

#Operazione3D
Il progetto di raccolta fondi per dotare di software e relative apparecchiature 3D, ultimo aggiornamento possibile, la colonna laparoscopica integrata in uso dal reparto di Chirurgia Generale dell’Ospedale di Borgosesia, è iniziato a fine 2018 da Igea Prevenzione Salute Vita Odv. Forse non tutti sanno che Borgosesia è stato il primo nosocomio in Piemonte a dotarsi di questa tecnologia d’avanguardia nel 2012, ma il progresso corre veloce e oggi la colonna laparoscopica necessita di upgrade obbligatorio per poter continuare a essere utilizzata nel pieno delle potenzialità. Le volontarie di Igea Prevenzione Salute Vita Odv hanno accettato la sfida di sostenere un progetto dal valore di oltre 90mila euro, con impegno hanno organizzato tantissime attività arrivando, alle soglie della fine del 2019, a raggiungere il 70% della cifra necessaria.Mancava un soffio, l’occasione di poter partecipare alla seconda fase della campagna sperimentale di crowdfunding di Compagnia San Paolo, Raccogliamo il Futuro 2019, da parte di Fondazione Valsesia Onlus, è stata colta al volo.

Due mesi serrati di campagna sperimentale on line, dal 15 novembre 2019 al 18 gennaio 2020, due mesi per testare e mettersi alla prova, con un sistema di raccolta fondi nuovo per gli enti coinvolti, per la stessa Compagnia di San Paolo, e, per l’obiettivo, anche per il territorio. Ci sono state delle criticità: un sistema sperimentale va testato e aggiustato passo passo, man mano che il percorso si dipana. "Abbiamo, però sempre avuto il sostegno di Compagnia di San Paolo e di Produzioni dal Basso per risolvere in tempo reale le problematiche - spiega la Fondazione - e soprattutto la comprensione e la pazienza dei donatori nel condividere con tutti i partner coinvolti questa nuova sfida on line".

Un obiettivo raggiungibile, la strategia operativa condivisa tra i tre enti partner, FondazioneValsesia Onlus, Igea Prevenzione Vita Odv e ASL Vercelli, il supporto delle amministrazioni, di enti, associazioni, comitati e imprese locali che hanno supportato,partecipato attivamente, organizzato eventi per raccogliere fondi per #Operazione3D, la grande adesione dei donatori: sono stati i valori aggiunti che hanno permesso dicentrare il “bersaglio” con tanto entusiasmo.

Ed ecco il risultato:

sono 20.154 euro raccolti su portale Produzioni dal Basso, il doppio dei 10mila previsti dalla campagna. 166 donatori (va considerato che i donatori effettivi sono, in realtà, molti di più, perché gli eventi sono stati considerati con valore 1 donatore unico); 2 mesi di campagna; Rating campagna 10/10, Tasso di conversione: 8,63% (Media PdB 1,62,ossia quante visite sul portale si sono tradotte in donazione effettiva), visite totali sulla pagina dedicata PdB: 2.219, 5 eventi, 13 giornate di raccolta (stand e visite gratuite Igea Prevenzione Salute Vita Odv fra novembre e dicembre).

E ora?
L’importo raccolto nella campagna di crowdfunding on line #Operazione3D Ospedale di Borgosesia si aggiunge alla cifra già raggiunta da Igea Prevenzione Salute Vita Odv, per procedere all’acquisto e alla messa in opera del software e delle apparecchiature 3D per la colonna laparoscopia integrata già in uso.

Cosa cambierà?
Una sanità d’avanguardia che permetterà di migliorare l’esperienza in sala operatoria e nelle fasi post operatorie per i pazienti e il lavoro dei medici. Cresceranno i benefici per tutta la comunità, valorizzando il territorio e i suoi servizi.

Comunicato stampa - a.z.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore