/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 05 settembre 2020, 12:57

Borgosesia offre test sierologici a bambini e ragazzi che tornano in classe

Sabato 12 un'iniziativa unica in tutta Italia: interessati 1000 studenti dalle materne alle superiori

Borgosesia offre test sierologici a bambini e ragazzi che tornano in classe

Una tenda della Croce Rossa montata ai giardini pubblici nella giornata di sabato 12 settembre, 1000 bambini interessati dal progetto, un'organizzazione precisa e attenta perché le operazioni si svolgano in sicurezza e rapidità: è questa la macchina predisposta dal Comune di Borgosesia per offrire a tutti i bambini di Borgosesia la possibilità di fare il test sierologico e dunque iniziare l’anno scolastico in sicurezza.

"Continuo ad essere del parere che la miglior difesa nei confronti del Covid 19 sia lo screening della popolazione – dice il sindaco Paolo Tiramani – e come a maggio, insieme a Pier Luigi Loro Piana, abbiamo offerto i test sierologici gratuiti a tutta la popolazione, ora ho deciso di fare lo stesso con i bambini che stanno per iniziare l’anno scolastico: è un modo per garantire la massima sicurezza a tutte le famiglie, che potranno mandare i loro figli in classe senza patemi d’animo. Il corpo insegnante si sottopone allo stesso tipo di controlli per indicazione governativa, ai bambini invece ancora una volta il Ministro non ha pensato: ci pensiamo noi!".

L’invito è rivolto a tutti i bambini frequentanti le scuole di Borgosesia: scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado. I bambini potranno accedere al test sierologico in orari prestabiliti, che saranno predisposti dagli uffici comunali secondo lo stesso principio utilizzato per il test offerto alla popolazione adulta: "I nostri uffici stanno organizzando le tabelle orarie – spiega ancora il Sindaco, che segue personalmente tutte le operazioni – in base all’iniziale del cognome verranno stabiliti gli orari in cui i piccoli si dovranno presentare alla tenda della CRI, tra le  8,30 e le 20  di sabato 12 settembre. I bambini saranno accolti dai giovani della Croce Rossa – aggiunge Tiramani – che si occuperanno di intrattenerli facendo in modo che l’esperienza sia positiva per i piccoli, un momento di “cittadinanza attiva” e di festa per tutti, per dare loro la consapevolezza del valore del test, fatto per il bene di se stessi, dei loro compagni e delle loro famiglie".

Nei prossimi giorni verranno divulgati, attraverso il sito del Comune, i canali scolastici e i mass media, gli orari in cui ogni bambino si potrà presentare alla tenda: "I borgosesiani, fin dall’inizio della pandemia, hanno dato prova di grande maturità – conclude Paolo Tiramani – sono certo che sapranno rispondere positivamente anche a questo nostro invito: è un gesto di civiltà e di amore verso i nostri bambini. Diamo loro la possibilità di rientrare in aula, dopo tutti questi mesi, con serenità e fiducia reciproca!".

L’idea del sindaco di Borgosesia è stata abbracciata anche dai colleghi di Quarona e Varallo, che a loro volta proporranno il test: "Anche in questo caso riusciamo a praticare una politica di territorio – spiega ancora Tiramani – i miei colleghi sindaci Eraldo Botta, di Varallo, e Francesco Pietrasanta di Quarona hanno aderito a quest’idea e proporranno a loro volta il test sierologico gratuito a tutti i bambini che frequentano le scuole nei loro centri: allarghiamo l’indagine per tutelare la salute dei valsesiani".

Dal nostro corrispondente di Vercelli - bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore