/ Benessere e Salute

Benessere e Salute | 01 dicembre 2021, 12:21

Vaccinazioni anticovid, cosa cambia da oggi, 1 dicembre

Vaccinazioni anticovid, cosa cambia del 1 dicembre

Vaccinazioni anticovid, cosa cambia del 1 dicembre

Dal primo dicembre, assecondando le indicazioni regionali sulla campagna vaccinale anticovid19, saranno introdotte alcune novità.

Per quanto riguarda la somministrazione della terza dose: maturati i cinque mesi dal completamento del ciclo primario (con monodose/doppia dose) verrà inviato dalla piattaforma regionale un SMS con la proposta di data per ricevere la dose booster entro la finestra temporale del proprio green pass. Sarà sempre possibile modificare la data sul sito www.ilpiemontetivaccina.it. 

Il vaccino può essere effettuato anche nelle farmacie aderenti e dal proprio medico di base (se vaccinatore). Viene inoltre ripristinato l'accesso diretto, oltre che per le prime dosi, per i soggetti con obbligo vaccinale: gli hub di Caresanablot e di Borgosesia avranno nuovi orari per l'accesso diretto (tutti i giorni dalle 14.30 alle 16.30) riservato esclusivamente alle categorie per cui è prevista la vaccinazione obbligatoria (personale del comparto sanità, personale scolastico, forze dell'ordine).

Anche coloro che hanno il green pass in scadenza entro 72 ore, hanno la possibilità di effettuare l'accesso diretto.Al momento restano tre gli hub attivi sul territorio: Caresanablot, Borgosesia e Santhià. I primi due aperti tutti i giorni, il terzo nel weekend (con l'aggiunta di venerdì 3 dicembre). Gli orari di apertura stanno avendo un progressivo ampliamento in modo da poter soddisfare il numero crescente di prenotazioni. Per semplificare le modalità di accesso diretto (al momento attivo a Caresanablot e Borgosesia) è stata uniformata la fascia oraria, ogni giorno dalle 14.30 alle 16.30. 

L'apertura del centro di Santhià tutti i venerdì a partire da dicembre, pubblicata da alcuni giornali locali, al momento non è confermata. La campagna vaccinale anti influenzale viene gestita dai medici di medicina generale (solitamente presso i propri ambulatori o a domicilio, raramente in ambulatori presso Case della salute), Asl Vercelli si occupa della somministrazione del vaccino solo per persone che non hanno il medico di base o ricoverate. 

c.s. Asl Vc

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore