/ CRONACA

CRONACA | 30 gennaio 2024, 17:42

I trattori si rimettono in marcia: la protesta da Vercelli approda a Novara

Mobilitazione spontanea a sostegno del mondo agricolo

I trattori si rimettono in marcia: la protesta da Vercelli approda a Novara

Gli agricoltori tornano a scendere in piazza e, dopo la manifestazione della scorsa settimana a Larizzate, sarà questa volta Novara la meta del nuovo presidio in programma mercoledì. «E' in gioco il futuro delle nostre aziende e del territorio che coltiviamo con rispetto e passione – dice Piero Mentasti, referente vercellese -. E' tempo di dimostrare che siamo in tanti e che crediamo nel nostro lavoro».

I vercellesi si danno appuntamento alle 9, al peso pubblico di BorgoVercelli, da dove è prevista la partenza del corteo dei trattori diretti allo stadio Silvio Piola di Novara. Qui il gruppo si riunirà ai novaresi per un primo presidio. Alle 11,30  trasferimento all'Outlet di Vicolungo: «Noi siamo umani, non sintetici»  è lo slogan scelto per dialogare con adulti e bambini sui temi della sicurezza alimentare, della salavagurdia dell'agricoltura italiana e della rivalutazione della figura di chi opera in questo settore.

Il manifesto della protesta chiede, a livello europeo, la riprogrammazione del green deal; lo stop alle importazioni da Paesi nei quali non vengono applicate le norme Ue in materia di tutela dei diritti del lavoro e utilizzo dei fitofarmaci, le semplificazioni del carico burocratico, l'abolizione degli incentivi per dismettere le coltivazioni, lo stop agli espropri per far posto a parchi agrivoltaici. Un elenco di temi che comprende anche il mantenimento delle agevolazioni per il carburante agricolo, la realizzazione di bacini di accumulo idrico contro la siccità, il pagamento in tempi brevi e certi dei danni causati dalla fauna selvatica, il contenimento della fauna stessa e il mantenimento delle agevolazioni per il carburante agricolo.

redazione Vercelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore