/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 13 febbraio 2020, 12:03

A Borgosesia arriva L. Gilodi Ca’ Mea, il 1° rifugio senza barriere architettoniche e accessibile in Piemonte

A Borgosesia arriva L. Gilodi Ca’ Mea, il 1° rifugio senza barriere architettoniche e accessibile in Piemonte

Ca’ Mea diventerà il primo rifugio in Piemonte accessibile alle persone diversamente abili: un progetto di Fondazione Valsesia Onlus e Associazione Pro Rifugio M.Tovo, nato dal desiderio di rendere il rifugio L. Gilodi un luogo per tutti, in tutti i sensi. Grazie a interventi mirati, verrà creato un percorso protetto, un’area di sosta e nuovi servizi, così da dare la possibilità a tutti, ma proprio a tutti, di godersi le bellezze del Monte Tovo.

Un nuovo fiore all'occhiello per Borgosesia e la Valsesia, che però richiede un sostanzioso contributo. Per questo motivo, al fine di raccogliere i fondi necessari per un progetto così importante, la Fondazione Valsesia Onlus farà da tramite per chi desidera contribuire con una donazione, o tramite bonifico (con i benefici fiscali previsti dalla legge) oppure partecipando agli eventi benefici.

Primo appuntamento benefico questa sera, presso il Centro Pro Loco di Borgosesia alle 21, dove il ricavato dello spettacolo “La Bela Andurmentà d’la Cà di Rait” andrà devoluto a questo importante progetto.

f. b.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore