/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 25 marzo 2020, 09:21

Coronavirus, Confartigianato: "Se si fermano le imprese, si ferma il lavoro"

L'associazione ha previsto cassa integrazione, aiuti economici alle imprese piemontesi in crisi ed un fondo di sanità integrativa

Coronavirus, Confartigianato: "Se si fermano le imprese, si ferma il  lavoro"

Teniamo vivo il lavoro artigiano al tempo del Covid-19

La bilateralità artigiana sostiene le imprese con interventi diversificati su più fronti.

CASSA INTEGRAZIONE. Il Fondo di Solidarietà Bilaterale Artigiano (FSBA) è la Cassa integrazione dell’artigianato. In aggiunta alle settimane di cassa integrazione ordinarie, FSBA ha previsto ulteriori 20 settimane (FSBA Covid-19) riservate alle sospensioni o riduzioni di orario del personale dipendente per motivi riconducibili all'emergenza sanitaria Covid-19 in atto. Attualmente è previsto che, sino al 31 marzo 2020, il dipendente sospeso percepisca un assegno mensile di integrazione al reddito pari all’80% delle ore di retribuzione lorda persa nel mese, con un massimale pari a circa 1200 euro lordi.Le assenze per mancanza di lavoro, possono essere recuperate retroattivamente a partire dal 23 febbraio 2020 compreso.

CONFARTIGIANATO PER LE IMPRESE ARTIGIANE EBAP. L’Ente Bilaterale Artigianato Piemonte (EBAP) già il 10 marzo scorso ha sottoscritto un Accordo regionale che prevede concreti aiuti economici alle imprese artigiane piemontese in crisi per effetto del COVID-19 ed ai loro dipendenti. L’accordo prevede due specifiche prestazioni: le imprese che abbiano richiesto l’intervento della specifica cassa integrazione (FSBA Covid-19), possono ottenere un contributo economico a fondo perduto da 500 a 1.000 euro per settimana di cassa integrazione concessa, sino ad un massimo di 6 settimane; ai lavoratori non cassaintegrati che fruiscono del “congedo parentale” per accudire figli sino a 12 anni di età nelle forme previste dalle misure governative, potranno chiedere l’integrazione salariale per il periodo di congedo fruito, sino al raggiungimento dell’importo previsto per i lavoratori cassaintegrati.

SANARTI. E’ il Fondo di sanità integrativa dell’artigianato. Al momento Sanarti interviene relativamente al periodo 24 febbraio – 30 giugno con misure straordinarie a beneficio di tutti gli imprenditori artigiani e dei loro dipendenti che dovessero malauguratamente essere coinvolti dal contagio del Covid-19. Sono previste indennità da 30 a 40 euro per ogni notte di ricovero e di giorno di isolamento domiciliare, rimborso di eventuali franchigie su prestazioni ordinarie e distribuzione di flaconi di gel igienizzante.

Risposte concrete per sostenere concretamente le nostre imprese per preservare le competenze dei nostri dipendenti e poi ripartire … tutti insieme.

Per saperne di più rivolgiti agli Uffici Confartigianato Imprese in Piemonte oppure consulta il sito www.confartigianato.piemonete.it , oppure la pagina Facebook di Confartigianato Piemonte .

Comunicato Stampa Confartigianato Piemonte - a.b.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore