/ Borgosesia

Borgosesia | 17 maggio 2021, 10:23

Differenziare bene si può e si deve. Controlli telecamere e ispettori sui cassonetti condominiali

Buoni risultati, a Borgosesia, per la raccolta differenziata: il porta a porta funziona molto bene e la fruizione dell’Isola Ecologica di Plello, ad un mese dall’inaugurazione ufficiale, è ottima.

Differenziare bene si può e si deve. Controlli telecamere e ispettori sui cassonetti condominiali

Ma un piccolo neo rimane, e riguarda i cassonetti condominiali, dove pochi utenti scorretti rischiano di vanificare l’attenzione della stragrande maggioranza dei residenti. Proprio per arginare tali comportamenti scorretti, in attesa dell’arrivo dei cosiddetti “cassonetti intelligente” previsto a breve, la Seso ha incaricato i suoi ispettori ambientali di intensificare i controlli nei punti che si sono rivelati critici.

È Dario Pavanello, direttore della municipalizzata, a spiegare il modus operandi: «Gli ispettori –– spiega il direttore di Seso – hanno il compito di verificare, a campione, il contenuto dei sacchi conferiti dai singoli condòmini. Le telecamere ci consentono di individuare conferimenti non corretti, e di risalire ai responsabili. Non è un’iniziativa vessatoria – specifica l’amministratore – ma un modo per tutelare coloro che si comportano correttamente, individuando e sanzionando chi non vuole saperne di seguire le poche e semplici regole che si traducono in grandi benefici per l’ambiente, oltre che in un risparmio sui costi generali di smaltimento».

Proprio nei giorni scorsi, grazie al sistema di videosorveglianza, è stato individuato e sanzionato un cittadino di un comune limitrofo che gettava la spazzatura nei cassonetti di Borgosesia: «Spesso l’utenza non dà il giusto peso a comportamenti come questo – spiega ancora Pavanello – ma devono sapere che gettare i rifiuti in un Comune diverso dal proprio espone ad una sanzione che va da 200 a 500 euro, così come si rischia una multa se si getta nel cassonetto un sacco contenente rifiuti non differenziati. Addirittura, la multa può arrivare a 3mila euro in caso di rifiuti pericolosi, come vernici, inchiostri, olio del motore ecc.».

Per evitare inconvenienti, basta seguire le corrette regole della differenziazione dei rifiuti, ricordando sempre che ciò che non si può gettare nei cassonetti ad hoc (carta, plastica, vetro, umido, indifferenziato in piccole quantità) può essere conferito gratuitamente, dai borgosesiani, all’Isola Ecologica di Plello. Si ricorda che per pile e farmaci scaduti, si può sempre andare in tabaccheria e farmacia. Nell’indifferenziato vanno solo i rifiuti che non appartengono alle altre categorie, e sono sempre di meno.

A fronte della richiesta di collaborazione ai cittadini, Seso a sua volta si impegna a fornire un servizio attento e capillare, ed è proprio in quest’ottica che si è deciso di effettuare la raccolta porta a porta dell’indifferenziato anche il 2 giugno, contrariamente a quanto comunicato nel “Calendario Festività”: «I nostri addetti passeranno a ritirare i sacchi anche il 2 giugno – spiegano dagli uffici – per garantire la continuità del servizio: chiediamo quindi ai cittadini di esporre i loro sacchi la sera prima, come di consueto».

«Stiamo ottenendo, grazie all’attenzione della grande maggioranza dei cittadini, ottimi risultati sul fronte della differenziazione dei rifiuti – conclude Dario Pavanello – con percentuali ben al disopra della media nazionale. Per questo saremo sempre più rigidi verso gli indisciplinati, perché il nostro obiettivo è creare nei cittadini la consapevolezza che differenziare determina benefici sia in termini economici che ambientali».

c.s. SESO - cc

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore